Bastia: il Pd boccia l'unificazione del comando municipale

vigili urbani polizia municipale 1' di lettura 19/07/2010 -

Arriva direttamente dalla sezione antimafia la raccomandazione ad aumentare il livello dei controlli in Umbria, ed il consigliere comunale del Pd Mirco Casagrande Moretti non perde l'occasione di esortare l'amministrazione comunale ad approfondire e consolidare i rapporti con le forze dell'ordine, ribadendo la contrarietà alla convenzione che ha visto unire i comandi della Polizia Municipale di Bastia e Bettona.



I quattordici arresti della scorsa settimana, che hanno visto protagonista la città di Bastia e le città dei comuni limitrofi, hanno fatto crescere l'allarme criminalità, ed è proprio sulla base di quest'ultimo episodio che il procuratore antimafia Piero Grosso invita personalmente ad incrementare la quantità e la qualità dei controlli e della sorveglianza del territorio.

Il Pd, che d'altro canto si era opposto alla convenzione che unificava i comandi municipali dei due comuni limitrofi, torna a ribadire tramite il consigliere Moretti la contrarietà dell'accordo stipulato, sottolineando che tale sinergia non sia affatto di giovamento per la realtà bastiola, poiché struttura i controlli settimanali in sole tre uscite serali che terminano all'una di notte.
Secondo Moretti non è questa la strada giusta per garantire le dovute sicurezza ed incolumità alla cittadinanza, considerando anche che i controlli, oltre ad essere troppo brevi, si estendondo su una superficie troppo vasta per garantire la scrupolosità necessaria ad un accurato ed adeguato monitoraggio del territorio.






Questo è un articolo pubblicato il 19-07-2010 alle 16:08 sul giornale del 20 luglio 2010 - 652 letture

In questo articolo si parla di polizia municipale, arresti, vigili urbani, politica, pd, criminalità, bastia, bettona, partito democratico di bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/amV