Assisi - Al Palazzo Frumentario va in mostra la prima edizione di ''Assisi Arte Sacra''

rosone di foligno 01/10/2010 -

Assisi, luogo per eccellenza del turismo religioso diventa lo scenario, con palazzo Monte Frumentario, dal 7 al 10 ottobre, della prima edizione di “Assisi arte sacra”.



In mostra sculture, statue, mosaici e vetrate artistiche, arte orafa, immagini sacre, paramenti, tabernacoli, argenti e campane ma anche i rosoni artistici in merletto fatti a mano, come quello della chiesa san Feliciano di Foligno, di tre metri per tre, realizzato in filo d’argento dall’Arnaldo Caprai, celebre per l’eccellenza e la raffinatezza dei suoi ricami, che sarà esposto durante la rassegna espositiva dedicata all’alto artigianato e al settore religioso.

Settanta gli espositori provenienti da tutta Italia, con opere di alto artigianato: gli scultori della Val Gardena; gli artigiani e i monaci che producono paramenti sacri e riproduzioni pregiate in filo; l’arredo sacro e le opere di mastri vetrai; gli organi fatti a mano dalle piccole botteghe siciliane e toscane, e i restauratori specializzati nella conservazione di antichi monumenti religiosi.

I dettagli della manifestazione sono stati presentati, durante una conferenza stampa che si è tenuta venerdì 1 ottobre, nella sala Pagliacci della Provincia di Perugia, da Luigi Minucci, presidente di Akantho, la cooperativa organizzatrice dell'evento, e dal giornalista Federico Fioravanti.
All’incontro erano presenti anche il sindaco di Assisi, Claudio Ricci, il direttore regionale per i Beni culturali, Francesco Scoppola, Silvia Ilicini, pedagogista dell’Istituto Serafico di Assisi, e gli assessori comunali al turismo e all’artigianato del Comune di Assisi, Leonardo Paoletti e Franco Brunozzi.

Quattro giorni all’insegna non solo dell’esposizione ma anche del confronto con il convegno su “L’arte sacra tra tradizione e modernità”, che si terrà nella sala della Conciliazione del palazzo comunale, venerdì 8 alle ore 15.30, con la partecipazione, tra gli altri, di don Luca Favretto, presidente della Fondazione San Michele onlus di Cuneo, Maria Giovanna Varagona del laboratorio 'La tela’ di Macerata, Marco De Angelis, teologo e docente di filosofia teoretica, Silvia Bravi, educatrice dell’Istituto Serafico.

Sabato 9, invece, alle ore 20.30, nella chiesa San Gregorio Magno, sarà possibile assistere a una serata musicale (con ingresso libero ad offerta) il cui ricavato sarà devoluto interamente all’Istituto Serafico, centro specializzato nella riabilitazione, nell’educazione e nell’inserimento sociale di persone con grave disabilità plurima di tipologia sensoriale, fisica e mentale, e che si occupa di trattamenti riabilitativi residenziali, semiresidenziali ed ambulatoriali.

Particolarità dell’evento proprio il coinvolgimento dell’Istituto Serafico, con l'esposizione di 30 dipinti realizzati dai ragazzi che durante il loro percorso riabilitativo prendono parte al laboratorio arte terapia.

“Siamo soddisfatti – ha sottolineato Luigi Minucci –, perché avere 70 espositori ad una prima edizione dedicata al settore religioso e aver rifiutato a malincuore le richieste di partecipazione di tanti altri venditori ci fa sperare che possa essere un evento di un certo richiamo. Proprio per questo motivo pensiamo già all’edizione 2011, sperando di poter coinvolgere non solo un numero maggiore di partecipanti ma anche ad altre religioni”.

“È un’importante manifestazione non solo per Assisi ma per l’intero territorio regionale – ha dichiarato il sindaco Ricci –, che mette in luce i valori specifici del nostro territorio, meta di credenti e non, per vivere un’esperienza all’insegna della spiritualità”.

Durante la presentazione sono stati ricordati i dati forniti dall'Organizzazione mondiale del turismo: 350 milioni di visitatori scelgono itinerari legati al sacro in tutto il mondo, 40 milioni solo in Italia (nell’ultimo anno nel Bel Paese le presenze sono aumentate del 20 per cento) e la città di san Francesco conta 6 milioni di presenze all’anno.

Appuntamento, dunque, per giovedì 7 alle ore 18, con l’inaugurazione di Assisi arte sacra.
I visitatori potranno visitare l’esposizione dalle 12 fino alle 20 di giovedì, dalle 10 fino alle 20 di venerdì e sabato, e dalle 10 alle 19 di domenica.


Avi News per Comune di Assisi


(Nella prima foto la conferenza stampa in Provincia: da sinistra Francesco Scoppola, Claudio Ricci, Federico Fioravanti, Luigi Minucci, Silvia Ilicini; nella seconda il rosone della chiesa di San Feliciano a Foligno. Foto di Avi News)








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2010 alle 19:47 sul giornale del 02 ottobre 2010 - 3053 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, perugia, assisi, claudio ricci, comune di assisi, franco brunozzi, leonardo paoletti, assisi arte sacra, rosone di foligno, arte sacra, assisi arte sacra 2010

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cPE