Assisi - Bartolini sollecita nuovamente la USL per il parcheggio dell'ospedale

ospedale di assisi 08/10/2010 -

Nuovo sollecito alla USL n°2 dell’Umbria da parte dell’assessore ai lavori pubblici, nonché vice sindaco di Assisi, Giorgio Bartolini, per la realizzazione del parcheggio a servizio dell’Ospedale di Assisi e relativa procedura espropriativa. Allegata documentazione fornita dal Comune di Assisi.



“Con la presente ancora una volta si sollecitano gli adempimenti di codesta spettabile USL necessari per addivenire alla stipula della convenzione con il Comune di Assisi per l’espletamento della procedura in oggetto che pone a Vs carico il completamento del parcheggio.

Ricordo infatti che il Comune di Assisi, con atto di Giunta n. 4 del 26.02.2010, ha, per parte sua, approvato lo schema di convenzione già concordato con i Vs Uffici ed è a tutt’oggi in attesa delle relative approvazioni da parte Vostra, come da comunicazione USL del 14.01.2010.

La presente iniziativa prende spunto anche dalla lettera recentemente inviata dalla proprietà dell’area ed indirizzata dalla stessa anche alla direzione dell’Asl n.2.
Faccio presente che il Vs atteggiamento dilatorio crea disagi e rimostranze da parte dei cittadini che si devono recare all’Ospedale”.


(Confrontabile con la documentazione allegata all’articolo e fornita dal Comune di Assisi)


da Giorgio Bartolini
Vicesindaco del Comune di Assisi


...

sollecito di giorgio bartolini...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2010 alle 13:01 sul giornale del 09 ottobre 2010 - 682 letture

In questo articolo si parla di cronaca, assisi, giorgio bartolini, comune di assisi, ospedale di assisi, asl n.2, parcheggio ospedale di assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/c3R


Paolo Brufani

E' dal 1998, cioè più di 10 anni fa che , in qualità di presidente del consiglio comunale di Assisi, sollecitai l'amministrazione comunale a sistemare quel parcheggio al servizio dell'ospedale di Assisi. Apprendo con stupore che il comune, che di soldi ne ha spesi tanti in opere anche inutili, ancora non è riuscito a sitemare quell'area estremamente importante per gli utenti, spesso ammalati o parenti. Ma quale sarebbe stato il problema se il comune espropiava il terreno e lo attrezzava a parcheggio. Perchè il distretto di Santa Maria degli Angeli, che non ha un parcheggio proprio, le maestranze e gli utenti non ricorrono ai parcheggi comunali ? Possibile che si facciano delle questioni di principio su cose così importanti ?
Paolo Brufani ex Presidente del consiglio comunale di Assisi

una stanca degli inciuci

Caro Paolo,
andando avanti a solleciti senza fare nulla arriveremo nel 2050 con le voragini in collegamento diretto con l'attico dell'inferno.

Ad Assisi la malasanità non è solo interna al nosocomio.