Bastia - La sostenibilità vincente di Klimahouse Umbria registra il +40% di presenze

klimahouse umbria 2010 11/10/2010 -

Il forte impegno nella divulgazione di una cultura energetica alternativa a quella del petrolio e il riconoscimento di “Klimahouse” quale fiera di riferimento anche per il mercato del centro-sud Italia hanno fatto si che 6.310 persone (+40% rispetto al 2009), per lo più dal Centro Italia, si recassero a Bastia Umbra nel quartiere di Umbriafiere a visitare la seconda edizione di Klimahouse Umbria con le sue 135 aziende presenti, i convegni, i workshop e le visite guidate a case clima nei dintorni di Perugia.



Bolzano, 11 ottobre 2010 - “Grande soddisfazione da parte di espositori e partner e da parte dei visitatori che hanno affollato il quartiere di Basta Umbra dall’8 al 10 ottobre in occasione della seconda edizione di Klimahouse Umbria”, afferma Gernot Rössler, Presidente di Fiera Bolzano.
“Quest’anno in Umbria abbiamo registrato oltre 6.300 presenze da 17 regioni d’Italia e con una piccola percentuale anche dall’estero suscitando l’interesse di utenti finali, ma anche di una gran parte di addetti al lavoro, poiché il 63% degli intervistati ha affermato di visitare la fiera per motivi legati alla propria professione”, conclude Rössler.
Il programma di eventi collaterali è stato molto apprezzato, sono state 1.100 le persone che hanno partecipato a convegni, in particolare quelli di Legambiente, dell’Agenzia CasaClima e di Sinergie Moderne Network, alle presentazioni al Forum e alle visite guidate a due realizzazioni energeticamente efficienti presenti sul territorio umbro: il nuovo ‘Elios Residence’ a Perugia e la ‘Residenza Annamaria’ a Montelaguardia.

Dall’indagine svolta da Fiera Bolzano su un campione di 372 visitatori emerge che il 60,8% dei visitatori ha intenzione di concludere affari con gli espositori contattati. Il grado di gradimento della manifestazione è stato molto alto, l’85,5% ha valutato la manifestazione da “molto buona” (21%) a “buona” (64,5%), il 13,4% la ha valutata “soddisfacente” e solamente un 1,1% non si è espresso positivamente. Il 92% dei visitatori ha dichiarato di voler tornare alla prossima edizione nel 2011.

Gli espositori hanno mostrato entusiasmo per questa seconda edizione itinerante che ha fatto breccia in Centro Italia, sia tra i cittadini sia tra le amministrazioni pubbliche, che hanno dato il loro appoggio e tra le associazioni di categoria e gli ordini di architetti ed ingegneri.
A confermalo è Maurizio Panzeri, area manager di Toscana, Umbria e Lazio di VELTA ITALIA: “L’interesse da parte di professionisti e dell’utente finale c’è. Per l’Umbria e anche per le regioni limitrofe, come il Lazio e la Toscana questa manifestazione potrebbe diventare la fiera di riferimento”.

Matteo Passeri, direttore tecnico di ECOSUNTEK afferma: “A Bastia abbiamo riscontrato interesse soprattutto per il fotovoltaico, abbiamo avuto un buon riscontro in questa fiera perché è stata ben visitata e abbiamo registrato oltre 500 contatti. Verremo sicuramente anche l’anno prossimo, perché abbiamo riscontrato un forte interesse sia dal punto di vista dei privati, sia da parte di studi tecnici. Molte persone non ci conoscevano e grazie alla presenza a questa manifestazione ci sono venuti a visitare da Roma e dalla Toscana, in questo modo abbiamo allargato i nostri orizzonti”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2010 alle 17:12 sul giornale del 12 ottobre 2010 - 812 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, ecologia, Risparmio energetico, sostenibilità, klimahouse umbria, klimahouse umbria 2010, fiera bolzano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/c0M