Assisi - Tre milioni di euro per la zona Lyrick: presto Paleventi e Museo del pugilato

assisi stemma 2' di lettura 15/10/2010 -

Il sindaco di Assisi Claudio Ricci annuncia la prossima realizzazione del nuovo Palaeventi, in zona Lyrick, dove sorgerà anche un Museo del pugilato. Ricci coglie l’occasione per ricordare l’apertura delle iscrizioni al nuovo corso di laurea sul turismo, le cui lezioni inizieranno presto.



La Giunta comunale, su relazione del vice sindaco Giorgio Bartolini, in linea con gli intenti del sindaco Claudio Ricci, ha approvato il progetto esecutivo e l’indizione della gara di appalto al fine di realizzare il nuovo Palaeventi collocato vicino al teatro Lyrick.
Si tratta di opere edili che, dopo la conclusione dei consolidamenti strutturali, includono le finiture, la realizzazione dei servizi e dell’impiantistica al fine di creare un Palaeventi per congressi, fiere, incontri, spettacoli, grandi mostre e attività socio-culturali pubbliche (per ospitare, secondo le diverse configurazioni, sino a 3000 persone).

Inoltre verrà realizzato un collegamento a servizi fra il Teatro Lyrick e il nuovo Palaeventi e la riqualificazione della Torretta, fra la zona piscina/bocciofila/centro boxe e il teatro Lyrick, per realizzare il Museo nazionale del pugilato e dello sport riqualificando anche il Centro nazionale della Federazione pugilistica italiana.

I lavori di questo secondo stralcio, di grande importanza anche per il rilevante indotto, in termini culturali e turistici per Assisi e anche a livello regionale, ammontano a circa 3,3 milioni di euro, di cui 1,6 derivanti da un finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri e il resto dal bilancio comunale (il primo stralcio lavori era stato invece finanziato dal Comune di Assisi, dalla Regione Umbria e dall’Unione Europea).

I lavori dovrebbero svolgersi e concludersi nel 2011 in una zona nella quale sono in atto opere importanti per migliorare la viabilità, gli svincoli, realizzare i sottopassi, riqualificare le aree a parcheggio e zone verdi.

Il sindaco Claudio Ricci ricorda che sono state aperte, da giorni, le iscrizioni al Corso di laurea in economia internazionale del turismo (Università degli Studi di Perugia con il supporto dell’Università per Stranieri di Perugia) e che le lezioni inizieranno regolarmente in ottobre.
Il Comune, unitamente ai due atenei, è riuscito a mantenere questo importante corso di laurea in Assisi e auspica che vi siano numerose iscrizioni.
Successivamente si attiverà un master post-laurea (Università per stranieri) e una laurea specialista nel settore dei beni culturali.

Per quanto attiene al CST, Centro Studi sul Turismo di Assisi (struttura autonoma rispetto all’università), il Comune di Assisi ha sempre, anche con contributi “straordinari”, lavorato (e continuerà a farlo), con le istituzioni e ai sindacati (che dobbiamo ringraziare per il loro impegno e sensibilità) per tutelare il CST anche se, nel 2011, occorrerà procedere ad una ristrutturazione gestionale, viste le esigenze del mercato e la situazione economica (inclusa l’ottimizzazioni dei costi del personale).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-10-2010 alle 17:43 sul giornale del 16 ottobre 2010 - 623 letture

In questo articolo si parla di politica, assisi, santa maria degli angeli, comune di assisi, teatro lyrick, palaeventi assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dlH