Valfabbrica - Fotovoltaico di Coccorano: il Consiglio dei Ministri toglie il veto

fotovoltaico di casacastalda a valfabbrica 24/10/2010 -

Il Consiglio dei Ministri n.111 del 22/10/2010 ha abbattuto un consistente ostacolo alla realizzazione del parco fotovoltaico nella località di Coccorano del comune di Valfabbrica, che andrà ad affiancarsi a quello di Casacastalda.



Poco più di un anno fa Ottavio Anastasi, sindaco di Valfabbrica, aveva dichiarato: “in tempi brevi sorgerà anche un parco fotovoltaico di proprietà del Comune in località Coccorano”.
Lo stop burocratico, che ha ritardato l’attuazione del progetto, è stato depennato nella seduta del Consiglio dei Ministri di venerdì 22, che ha decretato il “superamento del dissenso espresso in conferenza di servizi ai fini della realizzazione dei seguenti progetti: [...] impianto fotovoltaico nel comune di Valfabbrica (Perugia)”.

Valfabbrica è indubbiamente all’avanguardia in fatto di energie rinnovabili, infatti nel Comune è già presente l’impianto fotovoltaico più grande dell’Umbria che, con il suo milione di watt di potenza, soddisfa i consumi energetici di 450 famiglie, permettendo di risparmiare ogni anno poco meno di 300 tonnellate di petrolio e quasi 1000 tonnellate di CO2.
Il parco, realizzato grazie alla caparbietà di un giovane imprenditore gualdese di 28 anni e inaugurato nel luglio 2009, è composto da 5.500 pannelli solari, ricopre una superficie di due ettari ed è collocato nella frazione di Sospertole, in località San Giorgio di Casacastalda.


(Nelle fotografie il parco fotovoltaico di Casacastalda, foto di Ecosuntek)








Questo è un articolo pubblicato il 24-10-2010 alle 22:16 sul giornale del 25 ottobre 2010 - 1662 letture

In questo articolo si parla di economia, Risparmio energetico, pannelli solari, energie rinnovabili, sara caponi, parco fotovoltaico, energie alternative, valfabbrica, casacastalda

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dE7