Assisi - Il sindaco vota per ''non vendere la scuola di Viole''

claudio ricci 26/10/2010 -

Il sindaco di Assisi Claudio Ricci, durante il consiglio comunale, in merito alla ex scuola di Viole, ha comunicato di "non aver firmato l'ordinanza di chiusura" in modo da poter verificare, come doveroso, gli atti e procedere ad ulteriori "accertamenti tecnici" con l'obiettivo di poter conservare aperto un luogo a fini socio culturali per il paese di Viole (almeno sino a quando non sarà trovata una sede alternativa per le diverse attività).



Il sindaco, proprio prendendo atto di quanto emerso durante una recente assemblea svoltasi a Viole, ha "votato per il rinvio della decisione di vendere di 8 mesi" in modo da attivare compiutamente i due progetti previsti: la riqualificazione del campo sportivo con la realizzazione anche di nuovi spazi per la Pro Loco e il miglioramento della piazza centrale del paese con un ulteriore luogo, in pieno centro, per le attività socio culturali e per le associazioni.

Il sindaco di Assisi Claudio Ricci, con questo voto che evita, in questa fase, la vendita della scuola, ha voluto "seguire le indicazioni dei cittadini" di Viole e dei giovani in particolare.


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-10-2010 alle 02:37 sul giornale del 26 ottobre 2010 - 545 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, claudio ricci, comune di assisi, viole di assisi, ex scuola di viole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dIF