Assisi - Travicelli (PD): il Comune snobba il bando per le attività giovanili

claudia travicelli 2' di lettura 02/11/2010 -

“Assisi perde nuovamente un’occasione per i nostri giovani”: questa l’accusa mossa dal consigliere del Partito Democratico Claudia Maria Travicelli in merito all’iniziativa dell’Anci, dedicata ad attività di volontariato giovanile, a cui il Comune di Assisi non ha aderito.



Nei primi mesi dell’anno 2010 l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (ANCI) pubblicò un bando di gara indetto e finanziato dal Ministero della Gioventù.
L’assessore narnese e responsabile dell’Anci Regionale per le politiche giovanili, Francesco De Rebotti, invitò tutti i comuni a partecipare a tale bando, destinato a co-finanziare iniziative progettuali promosse dai cosidetti comuni medi con popolazione compresa tra i 5.000 e i 50.000 abitanti, nell’ambito del Progetto "Interventi a favore del volontariato giovanile”.

Il Comune di Assisi, pur avendo tutte le carte in regola, non ha partecipato, come avrebbe dovuto fare e come hanno fatto altri comuni umbri (quali Narni, Città di Castello, Deruta, Gualdo Cattaneo, Gualdo Tadino, Magione, Montefalco e Torgiano), che hanno aderito all’interno di una “cordata” in collaborazione con l’Associazione Sistema Museo.

Tale sottoscrizione ha rappresentato un impegno in sinergia fra comuni amministrati da diversi colori politici, ma accomunati dalla stessa voglia di realizzare qualcosa a favore dei giovani, che alla fine ha portato i suoi buoni frutti: questa è la dimostrazione che la coesione e l’inventiva possono fare la differenza.

La cifra che il sopracitato gruppo di comuni porta a casa ammonta a 50.000 euro, una cifra di tutto rispetto da ripartire in base alla popolazione residente.
Questo risultato avrebbe permesso ad alcuni giovani di Assisi, se il Comune avesse mai pensato di parteciparvi, tra la primavera e l’estate 2011, di poter operare presso le sedi comunali, i vari musei o nella biblioteca.

In una fase di ristrettezza economica, come quella in cui viviamo, operazioni come questa sono autentiche boccate d’ossigeno per gli Enti locali, che purtroppo non sono più in grado di affrontare i costi gestionali come in passato.
Amministrare, seppur in opposizione, per noi del PD significa andare oltre le vane strumentalizzazioni che caratterizzano questa maggioranza di governo per elaborare proposte atte a reperire risorse, soprattutto in periodi delicati come quello attuale.

E mentre nelle prossime settimane, per i comuni citati, entrerà nel vivo la fase operativa per la realizzazione del progetto, per i ragazzi di Assisi non ci sarà nulla.
Siamo convinti che i nostri ragazzi avrebbero ricevuto tantissime di queste occasioni, in una città d’arte come Assisi, se solo ci fosse stato qualcuno che, invece di pensare sempre al mattone, avesse avuto a cuore anche altre cose,


da Claudia Maria Travicelli
Gruppo consiliare PD Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2010 alle 18:55 sul giornale del 03 novembre 2010 - 718 letture

In questo articolo si parla di attualità, giovani, claudia travicelli, partito democratico assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dYA