Cannara - Il ritorno in terra natia del soldato Sabatino Bruschi

celebrazione giovanna petrini cannara 2' di lettura 16/10/2010 -

Le celebrazioni per la giornata dell’Unità Nazionale e Festa delle Forze armate si svolgeranno a Cannara nella giornata di Domenica 7 Novembre. Il programma di quest’anno, predisposto come di consueto dal Comune e dalle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, prevede un evento straordinario: il ritorno nella terra natale delle spoglie mortali del soldato Sabatino Bruschi.



Sabatino Bruschi nacque a Cannara nel 1918 e mori nel 1944, nel corso della II guerra mondiale, in un campo di concentramento in Algeria e i suoi resti mortali sono stati custoditi nel Sacrario d’oltremare di Bari.
Dopo un’accurata ricerca, svolta con particolare attenzione dal Gen. Plinio Paoli e da Giancarlo Boldrini, e grazie alla cortese disponibilità dei familiari di Sabatino Bruschi, si è concordato di dedicare la ricorrenza del 4 Novembre al ritorno a casa del giovane militare deceduto in terra straniera, lontano dalla famiglia e dagli affetti a soli 26 anni.

Nella mattinata di domenica 7 novembre, alle ore 10, un mezzo militare adeguatamente scortato trasporterà il feretro avvolto nel tricolore all’ingresso principale di Cannara, dove è previsto il raduno di tutti i partecipanti, delle autorità militari civili e religiose, delle associazioni combattentistiche e d’arma e la partenza del corteo.
In Piazza Umberto I, di fronte al municipio il corteo sarà accolto dal sindaco Giovanna Petrini e dal gonfalone della città.

Il corteo, accompagnato dall’Associazione del Concerto Musicale F. Morlacchi, proseguirà fino al Parco della Rimembranza, dove si trovano il Monumento ai Caduti di tutte le guerre e il monumento in memoria dei Caduti di Nassyria.
Qui avverrà la cerimonia dell’alzabandiera, la deposizione della corona d’alloro e verrà impartita la benedizione dal Parroco di Cannara Don Francesco Fongo, preceduta dalla lettura della Preghiera del Soldato.

Seguirà il discorso del Gen. Plinio Paoli, che ripercorrerà la vita di Sabatino Bruschi; poi verrà data lettura delle motivazioni delle onorificenze di cui sono stati insigniti i cannaresi scomparsi in guerra.
La cerimonia al Parco della Rimembranza si chiuderà con il discorso commemorativo del sindaco Giovanna Petrini.

Al termine della cerimonia celebrazione della S. Messa in memoria di Sabatino Bruschi, nella Chiesa Parrocchiale di S. Matteo, le spoglie mortali del soldato cannarese saranno trasportate al cimitero della SS. Annunziata di Bevagna dove prima della definitiva tumulazione sarà accolto dal Sindaco Enrico Bastioli.

Il 4 Novembre è una data molto importante per l’Italia; il 4 novembre del 1918 veniva firmato l’armistizio tra l’Italia e l’Austria Ungheria e questo giorno è diventato anche il giorno in cui si commemorano i Caduti.
Il ricordo di coloro che hanno perso la vita è l’occasione per ribadire l’importanza della pace, il rispetto delle regole democratiche e l’affermazione dei diritti umani.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-10-2010 alle 00:18 sul giornale del 04 novembre 2010 - 950 letture

In questo articolo si parla di attualità, festa dell'unità, 4 novembre, cannara, comune di cannara, giovanna petrini, celebrazioni solenni, sabatino bruschi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/dmE