Assisi - Ricci, via al tour elettorale: ''no ai solisti''

incontro elettorale ricci hotel dei priori 10/11/2010 -

All’Hotel dei Priori di Assisi quasi tre ore di incontro per il primo appuntamento elettorale del sindaco Ricci. Ventiquattro i progetti illustrati e inclusi nel programma, stilato all’insegna del “passaggio dalle infrastrutture ai contenuti, nello spirito del fare insieme”.



Con l’esordio del sindaco si entra nel vivo del primo stralcio elettorale, che vede Ricci e il ‘rivale’ Cianetti incontrare i cittadini di tutto il territorio, sempre sotto l’occhio vigile del vice sindaco Bartolini, che al contrario prosegue con incontri privati di gruppi ristretti e scelti di persone.

All’incontro, che si è tenuto lunedì 8 novembre presso l’Hotel dei Priori di Assisi, e a cui hanno partecipato alcune decine di cittadini, erano presenti i consiglieri Morani, Freddii, Cannelli, Elisei, gli assessori Paoletti e Brunozzi, il segretario Annibale Vescovi e il consigliere regionale PdL Massimo Mantovani, il quale ha ribadito la stima del partito verso il candidato Ricci e rilevato che “il modello amministrativo assisano è un modello di riferimento, apprezzato anche dalle amministrazioni di centrosinistra”.

È stato un incontro all’insegna della sobrietà e della compostezza, con un Ricci pacato che ha nuovamente sottolineato l’importanza del numero ‘otto’, a cui ha attribuito una valenza quasi mistica: 8 sono le linee guida del programma elettorale come 8 sono le porte di Assisi, “da ricollegare e riaggregare, come l’intero territorio”.
Ogni argomento contiene 3 filoni principali, per un totale di 24 progetti “all’insegna della precisione e del pragmatismo”, come puntualizzato da Ricci.
I progetti illustrati, alcuni telegraficamente e altri più ampiamente, vanno dallo sviluppo delle frazioni alla cultura e al turismo, dai parcheggi alla zona Ivancich e al Calendimaggio, dalla viabilità agli asili nido.

Fra le novità, che troveranno sicuramente più ampia trattazione nei prossimi incontri, la proposta di una centrale energetica a biomasse, energia solare e termovalorizzatore, di una Banca del Credito Cooperativo di Assisi, di un campus europeo nonché dell’istituzione di un assessorato alla curia e di uno al Subasio.

La novità più rilevante, tuttavia, è stata la dichiarazione di un atteggiamento volto all’apertura della politica in una sorta di ‘coralità del fare’, senza alcuno spazio per i solisti: “il caso di Viole – ha spiegato il sindaco – è stato l’esempio di come ascoltare i consigli degli amici e tornare sui miei passi mi abbia reso soddisfatto del mio operato: potrei affermare che forse è stato l’atto più importante di tutto il percorso amministrativo”.

In conclusione, la cosa più interessante è stata non tanto la parvenza di un discreto allineamento alle linee programmatiche del rivale Cianetti, quanto una sorta di evoluzione personale, come se, emancipato da Bartolini, Ricci avesse acquisito una connotazione più ‘emotiva’ e meno amministrativa.
Se non fosse stato per l’azzurro dei manifesti che tappezzavano la saletta, sarebbe quasi sembrato un Ricci radical chic.



In allegato le foto del primo incontro elettorale del candidato sindaco Claudio Ricci








Questo è un articolo pubblicato il 10-11-2010 alle 01:16 sul giornale del 10 novembre 2010 - 776 letture

In questo articolo si parla di politica, Campagna elettorale, assisi, sara caponi, claudio ricci, elezioni 2011, hotel dei priori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ecY