Aeroporto S. Egidio, ministro Matteoli rassicura: nessun ridimensionamento al vaglio

aeroporto di sant'egidio perugia 15/11/2010 -

Il consigliere PD Claudia Travicelli, alla vigilia del consiglio comunale congiunto Perugia/Assisi presso l’aeroporto perugino, commenta con soddisfazione il buon esito dell’interpellanza al ministro Matteoli presentata dai deputati piddini umbri.



Nello scorso mese di luglio i deputati del PD Trappolino, Bocci, Sereni e Verini hanno presentato un’interrogazione al ministro dei Trasporti Altero Matteoli che intendeva sollecitare la discussione sul futuro dell’aeroporto umbro, in considerazione sia della convenzione firmata un anno fa da Regione Umbria, Enac e Presidenza del Consiglio dei Ministri (che prevede investimenti per 42 milioni di euro da destinare al potenziamento di un aeroporto definito strategico), sia della fondamentale funzione dello scalo, in una regione debole sotto il profilo delle infrastrutture viarie.

Il rapporto di Nomisma per conto dell’Enac, stilato a luglio 2010, prevedeva il depotenziamento di alcuni scali considerati minori.
Già in quell’occasione il consigliere Travicelli era intervenuto sul tema, sottolineando che “se le indicazioni del Rapporto Enac saranno accolte dal ministro, l’Umbria si troverà tagliata fuori dalle opportunità offerte dall’aumento dei flussi di viaggiatori previsto per i prossimi anni: eventualità da scongiurare per una regione che ha fatto del turismo il suo secondo motore di sviluppo”.

L’interrogazione presentata dai deputati piddini umbri è andata in discussione in questi giorni, e il Ministro Matteoli ha voluto far presente che “lo studio effettuato per il sistema aeroportuale italiano costituisce la conclusione dell’indagine tecnica, basata sull’analisi dello stato attuale degli scali nazionali, al fine di offrire delle ipotesi di lavoro non solo per le future scelte di politica di trasporto aereo ma anche per le altre modalità di trasporto”.
Il ministro ha poi rassicurato: “ogni ventilata ipotesi riguardante chiusure o ridimensionamenti di scali nazionali - tra cui quello di Perugia - non è oggetto dello studio in questione, in quanto solo concrete strategie successive potranno definire la vocazione e la missione di ciascuna realtà aeroportuale in un'ottica di valorizzazione delle infrastrutture esistenti”.

Il consigliere del PD di Assisi commenta con soddisfazione: “il gruppo consiliare del PD di Assisi ringrazia sentitamente i deputati PD e la Regione Umbria per gli investimenti previsti e gli impegni assunti nell’accordo di programma.
Le affermazioni del ministro Matteoli - aggiunge Travicelli - in merito all’investimento e alla valorizzazione dell’aeroporto di Sant’Egidio ci rassicurano, ma chiediamo e chiederemo sempre una continua e proficua attenzione e un impegno per la sua espansione e valorizzazione, sostenendo il percorso congiunto lanciato dai Comuni di Perugia e di Assisi per la candidatura a Capitale Europea della Cultura per l’anno 2019”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-11-2010 alle 05:29 sul giornale del 15 novembre 2010 - 733 letture

In questo articolo si parla di cronaca, aeroporto, perugia, assisi, claudia travicelli, aeroporto sant'egidio, partito democratico assisi, redazione vivere assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/enj