Bastia - Tecnici Istat controlleranno la numerazione civica del territorio

numero civico 1' di lettura 17/11/2010 -

Numeri civici al vaglio: fino a febbraio 2011 alcuni incaricati dell’Istat, muniti di tesserino specifico, setacceranno il territorio bastiolo per rilevare le informazioni utili al prossimo censimento nazionale di ottobre 2011.



E’ partita in questi giorni la rilevazione dei numeri civici a Bastia Umbra, secondo le indicazioni diramate dall’Istituto nazionale di Statistica per i comuni con ameno 20mila abitanti.

Si tratta di un’opera di ‘precensimento’ preparatoria del 15° censimento generale della popolazione e delle abitazioni, in programma per il mese di ottobre 2011.

Gli incaricati, muniti di un cartellino con la propria fotografia e con la dicitura Istat a firma del Sindaco di Bastia Umbra, si presenteranno in tutti gli edifici del territorio comunale per chiedere ai residenti le informazioni riguardanti gli edifici, i numeri civici, interni e ed esterni, la consistenza dei fabbricati, dal punto di vista strutturale che di unità immobiliari.

Il periodo di rilevamento appena iniziato dovrà concludersi entro e non oltre il mese di febbraio 2011.
Il personale incaricato, chiaramente individuabile, composto da due unità esterne con specifico incarico e alcuni tecnici comunali, è autorizzato a recarsi nelle abitazioni e in qualunque fabbricato, unicamente ai fini della rilevazione e per l’acquisizione dei dati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-11-2010 alle 01:33 sul giornale del 17 novembre 2010 - 562 letture

In questo articolo si parla di cronaca, istat, censimento, bastia umbra, comune di bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/eq9