Verso il 2019: il sodalizio Assisi-Perugia scrive una pagina di storia

perugia assisi sant'egidio consiglio comunale congiunto 17/11/2010 -

Si è svolto nell’aeroporto di Sant’Egidio ieri, martedì 16 novembre 2010, lo storico consiglio comunale congiunto che ha approvato le linee di indirizzo per presentare la candidatura dei due Comuni a Capitale europea della cultura 2019.



Presenti entrambi i consigli, quasi al completo, per la seduta straordinaria che ha approvato all’unanimità la bozza di manifesto per la candidatura (documento allegato in PDF).

I lavori sono stati aperti dal presidente del consiglio comunale assisiate Lucio Cannelli, il quale, dopo i saluti di rito, ha passato la parola al presidente perugino Alessandro Mariucci, che ha dato lettura del documento al vaglio dei due consigli.

Si sono quindi susseguiti gli interventi dei rispettivi rappresentanti di maggioranza e di minoranza dei due consigli.

“È senza alcun dubbio positivo - ha esordito Giuseppe Sbrenna, portavoce della minoranza consiliare perugina - il giudizio sull’impegno amministrativo. Questa è una battaglia che va combattuta al meglio delle possibilità”. Sbrenna ha, inoltre, espresso alcune perplessità, le quali, tuttavia, non hanno affatto inciso sul voto favorevole dell’opposizione.

“Il percorso - ha affermato Giuseppe Mearini, a nome della maggioranza perugina - si presenta irto di difficoltà, ma il sostegno delle istituzioni provinciale e regionale permetterà ai due Comuni di competere degnamente e alla pari con le altre città candidate”.

Il superamento dei campanilismi, per la valorizzazione del patrimonio, è stato al centro dell’intervento del portavoce della minoranza assisiate, Claudia Travicelli: “condividiamo in pieno i presupposti e gli obiettivi contenuti nel manifesto, e lavoreremo per valorizzare il nostro patrimonio, sviluppare la
cultura di pace ed elaborare strategie di sviluppo guardando all’Europa, senza mai dimenticare da dove veniamo”.

“Stiamo vivendo un sogno - ha affermato il rappresentante della maggioranza consiliare assisiate Evian Morani - degno di essere raccontato ai nostri figli. È necessario unire tutte le forze possibili, enti e associazioni, per contrastare i competitori, tenendo bene a mente che ciò che conta non è tanto il traguardo, quanto il viaggio. Servono progetti condivisi per contrastare la crisi, lasciando fuori colori politici e antichi campanilismi”.

La parola, infine è passata ai due sindaci.

“Oggi - ha affermato Claudio Ricci, sindaco di Assisi - si scrive una pagina di storia, indipendentemente dall’esito, poiché da oggi noi tracciamo insieme un nuovo cammino per unire i nostri campanili. Solo quando identità diverse si uniscono si creano innesti culturali importanti: gli uomini, come sosteneva Robert Schumann, sono andati avanti grazie a ‘sforzi creativi’. Imparare a camminare insieme produrrà molti più risultati che la mera riuscita. La candidatura è un atto simbolico ma in linea con l’anima e soprattutto, come affermava Giorgio La Pira, con il destino delle nostre città”.

“La scelta del capoluogo regionale e di quello ‘spirituale’ - ha aggiunto Wladimiro Boccali, sindaco di Perugia - getta le basi per la creazione di un nuovo regionalismo fondato sul superamento dei campanilismi e delle divisioni: con Perugia e Assisi, infatti, candidiamo l’intera Umbria a capitale europea, sottolineando l’importanza del percorso, che valorizziamo con la scelta della cultura come strada comune. Il cammino che ci aspetta è fatto di piccoli passi umili, ma pervicaci, e costituisce una sfida verso noi stessi e verso la società regionale: obblighiamo la politica ad ‘allungare lo sguardo’, concentrandoci non alle singole realtà ma a tutto il territorio”.

Amministrazioni concordi sull’importanza dello scalo perugino di Sant’Egidio, infrastruttura e risorsa di rilevanza fondamentale non solo per le due città, ma per l’intera regione e per tutto il centro Italia. Compiaciuto il presidente dell’Enac Vito Riggio, il quale è intervenuto, a conclusione del consiglio, affermando: “chi pensa in grande e non ha umiltà costruisce castelli in aria. La storia non è nulla senza la prospettiva: è fondamentale, per chi ha un grande passato alle spalle, guardare avanti e adoperarsi per costruire un solido futuro”.



...

candidatura perugia assisi cap...

... ... ... ... ... ...





Questo è un articolo pubblicato il 17-11-2010 alle 05:28 sul giornale del 17 novembre 2010 - 1129 letture

In questo articolo si parla di attualità, perugia, assisi, sara caponi, aeroporto sant'egidio, capitale europea cultura, capitale europea cultura 2019, candidatura capitale europea cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/era