Assisi - Cianetti: la cacciata del 'doge' apre la strada a progetti alternativi

carlo cianetti 17/11/2010 -

Carlo Cianetti, candidato sindaco di Buongiorno Assisi, commenta l’ultimo atto della vicenda Ricci-Bartolini esortando il centrosinistra a “reagire con nettezza, mostrando un progetto alternativo e secondo una direzione ben precisa”.



Ricci ha “ucciso il padre”. Così si dice in psicologia quando si compiono scelte liberatorie che proiettano l’adolescente nell’età adulta.

Da oggi Bartolini non è più vicesindaco e si scinde un sodalizio che ha governato - male - per 14 anni la città.

Così si scioglie quel centrodestra, tutto affari e potere. Che in tutto questo tempo non è riuscito a produrre mezza idea di città.

Finisce un’epoca e il centrosinistra deve reagire con nettezza: mostrando un progetto alternativo, secondo una direzione ben precisa, con una squadra competente, di persone fresche, giovani con idee nuove.

“Buongiorno Assisi!” sa bene qual è la strada da percorrere per dare a questa città un governo degno del proprio nome altisonante: il tempo dell’attesa è ampiamente scaduto.


da Carlo Cianetti
Candidato sindaco di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-11-2010 alle 18:53 sul giornale del 18 novembre 2010 - 613 letture

In questo articolo si parla di politica, claudio ricci, giorgio bartolini, carlo cianetti, buongiorno assisi, elezioni comunali assisi 2011, ritiro delle deleghe

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ets