Assisi - Il fiocco bianco delle piddine contro la violenza sulle donne

fiocco bianco violenza sulle donne 23/11/2010 -

Il 19 e 25 novembre sono le giornate contro la violenza ai bambini e alle donne. Il consigliere Travicelli e le donne del PD di Assisi hanno promosso iniziative e manifestazioni pere “divulgare, lottare e reagire”, organizzando incontri e divulgando materiale informativo per gettare le basi di una “vera cultura del rispetto”.



Sono trascorsi 11 anni da quando l’assemblea generale delle Nazioni Unite ha istituito la “Giornata internazionale contro la violenza alle donne”. Si tratta di un passo indubbiamente importante, ma il percorso verso l’eliminazione di ogni forma di violenza è ancora lungo e difficile. Nel 2010, solamente in Italia, sono stati denunciati oltre un milione di casi di violenza su donne, di ogni età, provenienza e religione.

“In questa giornata – afferma il consigliere PD Travicelli – vorremmo ricordare, tra le altre, la giovane Sarah Scazzi, deceduta nei mesi scorsi, Barbara Cicioni di Marsciano, morta il 25 maggio 2007 e la piccola Maria Geusa di due anni e mezzo, deceduta il 06 Aprile 2004 a Città di Castello”.

La data della giornata è stata scelta per ricordare l’assassinio delle tre sorelle Mirabal, che il 25 novembre del 1960, mentre si recavano far visita ai loro mariti in prigione, furono bloccate sulla strada da agenti del Servizio Militare di Intelligenza e condotte in un luogo nascosto nelle vicinanze, dove furono torturate, massacrate a Le sorelle Mirabalcolpi e strangolate, per poi essere gettate in un precipizio a bordo della loro auto, per simulare un incidente. L’assassinio delle sorelle Mirabal è ricordato come uno dei più truci della storia dominicana.


Un fiocco bianco e uno sportello dedicato alle donne

Nasce da un’idea del consigliere comunale del PD Claudia Maria Travicelli l’idea di far indossare a tutto il consiglio comunale, nei due appuntamenti consiliari di lunedì 22 e venerdì 26 novembre, un nastrino bianco per aderire alla campagna del fiocco bianco (White Ribbon Campaign – WRC), che rappresenta la più vasta azione al mondo condotta da uomini che operano per porre fine alla violenza sulle donne.

“In quanto unica rappresentante femminile di opposizione dell’amministrazione comunale – spiega Travicelli – sento la forte esigenza di evidenziare queste tematiche; colgo l’occasione per annunciare che nel programma del PD per le prossime elezioni amministrative di Assisi c’è la volontà di istituire, ad Assisi, uno sportello di ascolto e di sostegno per le diverse necessità del mondo femminile.
Questa piaga di violenza – prosegue Travicelli – si può contrastare solo con una vera cultura del rispetto. Da ogni parte del mondo vengono denunciate storie di violenza e sopraffazione verso donne oltraggiate nella loro persona, donne prigioniere di matrimoni non voluti, di famiglie violente, di sfruttatori. Donne che hanno perso il diritto alla vita e, spesso, la vita stessa.
Claudia TravicelliPer far ciò – conclude il consigliere – occorre sostenere e testimoniare il percorso e le problematiche che le donne, vittime di violenza, si trovano ad affrontare sempre più da sole”.


Le iniziative delle piddine assisane

In questi giorni le donne del PD di Assisi hanno in programma varie manifestazioni che si articoleranno in varie giornate di novembre e dicembre, tra cui un’iniziativa denominata “Assisi si tinge di rosa”.
Sono previsti, inoltre, il collocamento di gazebo nelle piazze con divulgazione di materiale informativo e un cineforum, cui seguirà un dibattito animato da esperte, da associazioni e da donne del centro ‘Pari Opportunità’, a cui interverranno psicologhe ed educatrici.

“Abbiamo voluto organizzare questi incontri – afferma il consigliere comunale PD Travicelli – per capire, divulgare, lottare e reagire, nei confronti della violenza sulle donne e sui bambini, tema quotidianamente al centro delle cronache. Sulle donne scriveva Kahlil Gibran: «Chi prova pietà per la donna, la disprezza. Chi le attribuisce la colpa dei mali della società, la opprime. Chi crede che la bontà di lei dipenda solo dalla propria bontà e che la sua malvagità dipenda solo dalla propria, è uno spudorato. Ma colui che accetta la donna come Dio l’ha fatta, le rende giustizia»”.


da Claudia Maria Travicelli
Gruppo consiliare PD Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2010 alle 23:31 sul giornale del 24 novembre 2010 - 2206 letture

In questo articolo si parla di attualità, assisi, violenza sulle donne, claudia travicelli, partito democratico assisi, fiocco bianco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/eIe