Ospedalicchio: genitori e nonni in biblioteca per leggere favole ai bimbi

Incontro di lettura per i bambini nella biblioteca di Ospedalicchio 2' di lettura 30/11/2010 -

Si è svolto nel pomeriggio di domenica 28 novembre l’incontro di lettura per i bambini in età prescolare e scolare che rientra nel progetto NPL (Nati Per Leggere). All’incontro hanno partecipato la prof.ssa Boccanera, del coordinamento regionale del progetto NPL, e le consigliere PD Bonciarelli e Stangoni.



L’iniziativa, intitolata “Sssss... silenzio bambini! Si legge la magia delle parole che volano con un semplice soffio”, si è svolta nella biblioteca “Fra’ Giacomo Paris” del centro ricreativo-culturale della frazione bastiola di Ospedalicchio.

Gli incontri di lettura si sviluppano all’interno del progetto Nati Per Leggere, patrocinato dal Ministero per i beni e le attività culturali e promosso dall’Associazione italiana biblioteche, dall’Associazione culturale pediatri e dal Centro per la salute del bambino.

Per l’occasione la biblioteca è stata decorata con palloncini e cartoncini colorati appesi al soffitto che riportavano parole chiave significative, simboliche e di facile memorizzazione.
Nelle letture ad alta voce di favole, fiabe e brevi racconti sono stati coinvolti i nonni e i genitori. Terminate le letture, i bimbi hanno potuto giocare e disegnare.
Nello spirito dell’iniziativa c’è l’obiettivo di creare, attraverso il ricordo giocoso e ‘affettivo’ della biblioteca, un ‘imprinting’ positivo nella speranza che, da grandi, i bambini tornino nel luogo in cui sono stati felici.

L’incontro è stato coordinato dai consiglieri comunali Gabriella Bonciarelli, volontaria nella biblioteca, e Gabriela Stangoni, pediatra, con la partecipazione della prof.ssa Maria Rita Boccanera, del coordinamento regionale del progetto NPL.

“L’iniziativa – hanno affermato Bonciarelli e Stangoni – vuole tenere conto delle esigenze e dei desideri dei genitori per essere radicato nel territorio e di supporto alla genitorialità”.

“La biblioteca
– ha spiegato la prof.ssa Boccanera – ha un ruolo molto importante: deve diventare un luogo frequentato dal bambino e che il bambino desideri frequentare.
La lettura ad alta voce
– ha aggiunto – è il più grande dono che un genitore possa fare al proprio bambino”.

Secondo il progetto Nati per leggere, infatti, la lettura crea l’abitudine all’ascolto, aumenta i tempi di attenzione, accresce il desiderio di imparare a leggere, è in grado di calmare, rassicurare, consolare ed è un’esperienza piacevole sia per l’adulto sia per il bambino.

Maggiori informazioni su Nati per leggere e sull’importanza della lettura per i bambini si può consultare il sito web del progetto www.natiperleggere.it.

Gli incontri proseguiranno secondo il calendario distribuito durante il primo incontro.








Questo è un articolo pubblicato il 30-11-2010 alle 06:02 sul giornale del 30 novembre 2010 - 1535 letture

In questo articolo si parla di cultura, bambini, lettura, sara caponi, ospedalicchio, bastia umbra, gabriella bonciarelli, biblioteca ospedalicchio, gabriela stangoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/eWj