Assisi: Cianetti e Pd ai ferri corti

spaccatura 3' di lettura 12/02/2011 -

Ecco il botta e risposta, riportato nel blog della Mongolfiera, tra il candidato di "Buongiorno Assisi" Carlo Cianetti e i segretari del Partito Democratico Edo Romoli e Mariano Borgognoni. Cianetti: "Ho tentato di tutto". I due segretari: "Martedì la decisione definitiva".



«Il centrosinistra è ormai sul'orlo del baratro. Le voci che mi giungono e i fatti che constato dimostrano che siamo ad un'empasse dalla quale sembra difficilissimo uscire. Non è più il tempo di stare a discutere di chi sono le colpe di questa situazione. Ognuno ha le sue opinioni e, a questo punto, è opportuno che se le tenga per sé. È invece necessario un confronto molto franco, se necessario crudo, ma è indispensabile rompere il velo della incomunicabilità fra il Pd e le altre forze del centrosinistra.
Chiedo pertanto ai segretari del Partito Democratico, Mariano Borgognoni ed Edo Romoli un incontro con tutto il direttivo di Assisi. Sarebbe l'occasione per dirsi le cose in faccia e forse chiarire molti equivoci.

Carlo Cianetti»



«Anche noi riteniamo che sarebbe utile un chiarimento tra tutte le forze del centrosinistra che elimini ogni rigidità per individuare una soluzione unitaria, dopo i tentativi infruttuosi, di convergere sulle proposte reciprocamente avanzate. In questo senso però i nostri interlecutori non sono singoli candidati ma i rappresentanti delle forze politiche, ognuna delle quali forma le sue decisioni attraverso momenti di partecipazione democratica e opportuni organismi dirigenti. Le audizioni dei candidati altrui non rientrano nella prassi di alcuna forza politica.
D'altra parte il nostro direttivo ha avanzato altre candidature e ha valutato non praticabili quelle propostegli, pur nel pieno rispetto personale e politico di ognuno.
Peraltro il direttivo del PD ha aggiornato la propria riunione di martedì alla prossima settimana per prendere le decisioni definitive sul percorso da seguire.
Prima di quell'appuntamento sarebbe a nostro giudizio veramente importante un confronto risolutivo tra i partiti e i movimenti di opposizione per cercare di unire subito le forze di alternativa su una proposta nuova e unitaria, che possa mettere in movimento tutte le energie, che non sono poche, del centrosinistra di Assisi.
Intanto il PD dà appuntamento a tutti domenica dalle ore 10 in piazza ad Assisi per mandare a casa Berlusconi e difendere la dignità delle donne.
Con cordialità

Mariano Borgognoni
Edo Romoli
»



«Prendo atto del tono gelido e in perfetto politichese. Sono molto dispiaciuto che non mi sia stata data alcuna possibilità di interlocuzione con gli organi dirigenti del Pd, partito col quale ho collaborato sin dalle sue origini. Sapete benissimo che a Flavio Lotti, unico candidato proposto ufficialmente dal PD alle altre forze del centrosinistra, è stata riconosciuta immediatamente la cortesia di un confronto molto franco e cordiale dai partiti che mi appoggiano.
La mia richiesta di incontro è quella di una persona che vuole guardare in faccia altre persone e dire basta al clima di diffidenza e sospetto.
Voi rispondete con il distaccato tatticismo, rinnovandomi la proposta irricevibile di fare un passo indietro. A questo punto credo di aver tentato tutte le strade percorribili per un dialogo fruttuoso. A nulla è valso. Me ne faccio una ragione. Spero non vorrete sottrarvi ulteriormente alle primarie, unica via per la riunificazione del centrosinistra assisano.

Carlo Cianetti»


da Carlo Cianetti
Candidato sindaco di Assisi





Questo è un articolo pubblicato il 12-02-2011 alle 02:38 sul giornale del 12 febbraio 2011 - 872 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, assisi, sara caponi, edo romoli, carlo cianetti, mariano borgognoni, pd assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hkW