Diabete e ipertensione: ospedale di Assisi impegnato nella ricerca

Medicina 1' di lettura 01/07/2011 -

In sinergia con l’università e l’azienda ospedaliera di Perugia e dell’università Bicocca di Milano, l’ospedale di Assisi ha partecipato ad un’importante studio sulla prevenzione di infarti e ictus nei pazienti diabetici, pubblicata nella più prestigiosa rivista europea sull’argomento.



A darne notizia è lo stesso ospedale perugino, che in una nota spiega come la ricerca intenda dimostrare la “reale efficacia preventiva di un rigoroso controllo della pressione arteriosa nei pazienti con diabete rispetto al rischio di ictus e infarto miocardico”.
I risultati di questo importante studio sono stati presentati al congresso della Società europea dell’ipertensione da Gianpaolo Reboldi, ricercatore della struttura di Medicina interna e scienze endocrine e metaboliche dell’ospedale di Perugia.

Settantaquattromila i pazienti che sono stati monitorati, coinvolti in oltre trenta studi clinici condotti in tutto il mondo. I dati sono stati raccolti dallo stesso Reboldi insieme al dott. Paolo Verdecchia, primario del reparto di Medicina dell’ospedale di Assisi e pubblicati dal Journal of Hypertension, la prima rivista europea nel campo dell’ipertensione.

«Lo stretto controllo della pressione non aumenta il rischio, ma anzi determina una riduzione del rischio di infarto e ictus rispettivamente del 15% e 30%»: a spiegarlo è il prof. Giuseppe Ambrosio, direttore sanitario dell’azienda ospedaliera di Perugia e co-autore della ricerca, durata oltre 18 mesi.
«Questi risultati - ha aggiunto - sono in piena sintonia con quanto dimostrato dagli stessi ricercatori di Perugia negli ipertesi non affetti da diabete (studio Cardio-Sis) e recentemente pubblicato su The Lancet».






Questo è un articolo pubblicato il 01-07-2011 alle 05:24 sul giornale del 01 luglio 2011 - 1079 letture

In questo articolo si parla di attualità, medicina, salute, ricerca, diabete, ictus, infarto, ipertensione, sara caponi, ospedale di assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mOb