Bastia: la mostra Oasis un ''contributo di straordinaria bellezza''

Oasis photo contest 2010 1' di lettura 05/07/2011 -

Al successo del primo fine settimana di luglio caratterizzato a Bastia Umbra dalle manifestazioni connesse alla fiera d’estate ha dato un contributo fondamentale la mostra fotografica Oasis, allestita nella sala delle Monache Benedettine in via Garibaldi.



Una cinquantina di foto di grande impatto e qualità, a soggetto naturalistico e di diversi formati, sono state selezionate dalla grande mostra internazionale Oasis, che è stata in esposizione nel mese di giugno al Photoshow di Milano. L’idea di portare a Bastia un’ampia selezione della mostra è stata del fotografo professionista Aulo Piccardi, che ha organizzato la trasferta in Umbria con il consenso del presidente dell’associazione Photoshow.

Lo stesso Piccardi, oltre all’allestimento ha anche garantito l’apertura al pubblico dell’esposizione per due giorni, sabato 2 e domenica 3 luglio, che è stata visitata e apprezzata da moltissimi cittadini, non solo di Bastia Umbra. “È stato per noi un grande piacere e onore ospitare la mostra Oasis – ha dichiarato il sindaco Stefano Ansideri –, che ha rappresentato un contributo di straordinaria bellezza e qualità. Inoltre, un importante motivo di attrazione in più per le manifestazioni che si sono svolte lo scorso fine settimana. Voglio ringraziare in particolare Aulo Piccardi, che ha il merito di avere promosso e organizzato la mostra e il direttore editoriale di Oasis Eugenio Ecclesiastico che, oltre ad aver autorizzato l’allestimento dell’esposizione nella nostra città, è rimasto a disposizione del pubblico nei due giorni di apertura della mostra per fornire informazioni e spiegazioni”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-07-2011 alle 19:21 sul giornale del 06 luglio 2011 - 733 letture

In questo articolo si parla di cultura, mostra fotografica, oasis, stefano ansideri, bastia umbra, comune di bastia umbra, aulo piccardi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mZw