Bastia: è guerra ai rumori molesti. Nel mirino scooter e moto

Roberto Roscini 1' di lettura 06/07/2011 -

Con il periodo estivo certi comportamenti e determinati problemi vengono in immediata evidenza. In particolare i rumori sono più avvertiti che in altre stagioni dell’anno, così come avviene per la pulizia degli spazi pubblici. Ecco spiegata la decisione del nuovo assessore comunale alla polizia municipale, avvocato Fabrizio Masci, di chiedere maggiori controlli sulla rumorosità di ciclomotori e moto e sull’osservanza delle regole relative agli animali domestici.



“Non è tollerabile lo sciamare di scooter sulle strade comunali - rileva Masci - che producono rumori assordanti. Abbiamo chiesto alla polizia municipale di intensificare i controlli, sia di giorno che di notte, rispetto a questo fenomeno legato ad abitudini negative in giovani e giovanissimi, che vanno scoraggiati.
Inoltre, la tenuta dei cani. A tale riguardo esiste un regolamento comunale da noi approvato nel 2009 che prescrive idonei comportamenti: in particolare il cittadino che abbia con sé il cane è tenuto a munirsi di un sacchetto per la raccolta degli escrementi. E’ bene che tutti i cittadini di Bastia sappiano fin da ora che saranno intensificati i controlli anche su questo fronte”.

Per agevolare comportamenti diligenti da parte dei cittadini l’amministrazione comunale ha provveduto a dislocare dal 2010 distributori di sacchetti e di palette sia nel centro urbano, sia nella aree verdi attrezzate e in particolare sul percorso verde.
In caso di trasgressione di queste normative regolamentari il cittadino rischia una sanzione amministrativa, che da un minimo di 25,00 a un massimo di 500,00 euro.


Foto di testata: l’assessore Fabrizio Masci






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-07-2011 alle 15:55 sul giornale del 07 luglio 2011 - 1224 letture

In questo articolo si parla di polizia municipale, bastia umbra, comune di bastia umbra, fabrizio masci, rumori molesti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/m1M