Bastia: Pd, ''I nuovi rallentatori? Un percorso di guerra''

Partito Democratico 1' di lettura 06/07/2011 -

Secondo il Partito Democratico la recente installazione dei “passaggi pedonali rialzati”, sparsi in tutto il territorio comunale bastiolo, risulterebbe come un “percorso di guerra” non conforme alle regole.



«Più che uno strumento per garantire la sicurezza, il provvedimento realizzato ha avuto come risultato la creazione di un percorso di guerra: nelle strade principali i dissuasori per la velocità sono stati installati ad una misura non conforme alle regole dando luogo a numerose proteste da parte dei cittadini, specie nella zona di San Bartolo e Campiglione dove la ditta installatrice è stata costretta subito a modificare le installazioni con conseguente dispendio di denaro pubblico. Quindi lo spot è venuto molto male!

Non si capisce tra l’altro per quale motivo i dissuasori in questione siano stati installati in prossimità di curve dove la velocità viene già ridotta in condizioni normali, mentre non sono stati posti lungo i rettilinei dove la velocità rimane elevata come nel caso di Via Sicilia a Borgo I Maggio.»


dal Partito Democratico
Sezione di Bastia Umbra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-07-2011 alle 14:47 sul giornale del 07 luglio 2011 - 906 letture

In questo articolo si parla di cronaca, sicurezza, strade, partito democratico, bastia umbra, pd bastia, rallentatori di velocità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/m1m