Bastia: riforma federalista applicata con successo

Soldi 2' di lettura 13/07/2011 -

Il consiglio comunale di Bastia Umbra, che si è tenuto lo scorso lunedì 11 luglio, ha approvato a maggioranza dei votanti le variazioni al bilancio 2011 in linea con la riforma federalista, aumentando le spese per gli investimenti e calando, al contempo, il ricorso all’indebitamento.



«Il consiglio comunale ha approvato, nella seduta di lunedì 11 luglio 2011, la variazione del bilancio comunale che recepisce gli effetti della riforma federalista. Scompaiono i trasferimenti ordinari, la compartecipazione all’Irfep e l’addizionale sui consumi di energia elettrica, mentre viene attivata la compartecipazione del Comune all’Iva e al fondo sperimentale di riequilibrio.
Gli effetti immediati sul bilancio sono minimi e le risorse si riducono di circa 9 mila euro.
La manovra, che lascia inalterato l’avanzo di parte corrente destinato a finanziare spese in conto capitale pari a 1.039.500, è stata approvata dai gruppi della maggioranza di centrodestra, mentre la sinistra ha votato contro.

“La variazione - ha sottolineato l’assessore al bilancio Roberto Roscini - ci consente di aumentare le risorse per investimenti di circa 350 mila euro, riducendo il ricorso all’indebitamento di circa 148mila euro”.

Le maggiori entrate correnti sono per lo più dovute a entrate tributarie ed in particolare all’attività di recupero di Ici e Tarsu per un importo di 261mila euro. Le entrate in conto capitale sono costituite da: un contributo statale di 150.000,00 destinato alla ristrutturazione e consolidamento della scuola di Costano; un contributo regionale di euro 120.470,26 per l’intervento di restilyng della scuola di via Pascoli; un contributo del Gal media valle del Tevere di euro 80.399,71 per la realizzazione del progetto “Il Parco del Paesaggio del Chiascio”; l’applicazione dell’avanzo di amministrazione per euro 76.576,00 è destinato a finanziare verifiche sismiche di livello 1 e 2 su edifici e opere strategici ai fini della protezione civile.

Le maggiori uscite correnti riguardano il settore sociale per 60mila euro, il culturale per 70mila e i lavori pubblici per 74mila.
Le spese in conto capitale prevedono la realizzazione del progetto “Il Parco del paesaggio del Chiascio” per euro 123.691,87, le verifiche sismiche di livello 1 e 2 per euro 76.576,00 e manutenzioni straordinarie delle scuole e acquisto arredi scolastici per circa 62 mila euro.»






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-07-2011 alle 08:37 sul giornale del 13 luglio 2011 - 621 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, economia, bilancio, bastia umbra, comune di bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nhQ