Cannara: risparmio energetico al camposanto con 'lumini' a led

Loculi del cimitero 2' di lettura 15/07/2011 -

Interessante iniziativa del Comune di Cannara, che in nome del risparmio energetico abbraccia il progetto “Votiva+” e sostituisce tutte le lampade votive a incandescenza con lampadine a led, decuplicando la durata della luce dei ‘lumini’ e risparmiando in costi e manutenzione.



L’amministrazione comunale ha aderito al progetto gratuito di risparmio energetico Votiva+, promosso dalla Gesco srl, regolarmente accreditata presso l’autorità per l’energia elettrica e gas e con il supporto della direzione energia e trasporti della commissione europea, del ministero dello Sviluppo economico e dell’associazione Amici della terra Italia.

Tale progetto prevede la sostituzione di tutte le lampade tradizionali ad incandescenza con lampade elettroniche a led per l’illuminazione votiva, a titolo completamente gratuito: ciò è reso possibile dal programma di incentivazione nazionale per l’incremento dell’efficienza energetica negli usi finali dell’energia.
Secondo i calcoli, con l’installazione delle lampade votive a led sulla bolletta delle strutture cimiteriali, si potranno risparmiare fino a €3.07 per punto luce ogni anno.

A ciò poi si aggiunge il risparmio legato alla minore manutenzione dei dispositivi sostituiti: mentre una lampada a incandescenza ha una durata non superiore alle 2000 ore le lampade a led durano almeno 25.000 ore.

“Abbiamo aderito al progetto Votiva+, che ci è stato presentato dalla Regione Umbria - spiega il sindaco Giovanna Petrini -, nella consapevolezza che ogni intervento volto al risparmio energetico rientra nei programmi della nostra amministrazione, anche ai fini della certificazione ambientale per la quale abbiamo l’audit finale il 30 agosto; abbiamo ripreso la gestione delle lampade votive e del cimitero dopo aver esternalizzato il servizio della nettezza urbana ed inoltre abbiamo in progetto di predisporre un impianto fotovoltaico anche a servizio dei cimiteri, fatto questo che ci consentirà di fare un ulteriore passo verso la tutela dell’ambiente in cui viviamo”.


Al Comune la gestione dei ‘lumini’

In esecuzione alla delibera di giunta comunale n. 131 del 2010, inoltre, che prorogava la gestione precedente fino al 30 giugno, dal primo luglio il Comune di Cannara ha assunto la gestione diretta del servizio delle lampade votive dei cimiteri del capoluogo e di Collemancio.

Gli utenti quindi, per qualunque tipo di esigenza relativa agli impianti, si potranno rivolgere al settore lavori pubblici (tel. 0742/731812-22, fax 0742/731824).

Entro pochi giorni sarà redatto in contraddittorio il verbale di consegna e di stato tra i luoghi e nei prossimi mesi l’ufficio tributi si occuperà dell’elaborazione dei ruoli per il secondo semestre del 2011. L’amministrazione comunale inoltre ha formalmente richiesto al precedente gestore la banca dati e l’elenco delle utenze attivate oltre alla quantificazione dei depositi cauzionali acquisiti e giacenti ed il trasferimento della corrispondente somma.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-07-2011 alle 08:26 sul giornale del 15 luglio 2011 - 1832 letture

In questo articolo si parla di attualità, Risparmio energetico, led, cannara, comune di cannara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nn2