Ricci replica a Bartolini: ''Voci e fatti non veri''

Claudio Ricci 1' di lettura 19/07/2011 -

Toni accesi nel diverbio tra il sindaco e l’ex sindaco dopo l’ultima interpellanza presentata dall’opposizione in merito alla presunta assunzione irregolare di un dipendente comunale. Il primo cittadino respinge con fermezza le osservazioni e sottolinea: “andiamo nella direzione opposta a quella ipotizzata da Bartolini”.



«Sono state depositate in Comune interpellanze del gruppo consiliare di minoranza coalizione Bartolini, basate su voci e fatti non rispondenti alle situazioni reali.

Alcuni giorni fa venivano fatte osservazioni sulla segreteria del sindaco: è bene ricordare che le collaborazioni di segreteria possono essere, per legge, indicate direttamente dal sindaco e le procedure utilizzate sono le stesse adoperate durante le legislature passate (sindaco Giorgio Bartolini).
In merito alla residenza degli addetti alla segreteria comunichiamo che, contrariamente a quanto detto, sono rigorosamente residenti nel Comune di Assisi.

Sul tema dei dirigenti comunichiamo che, anche nell'ultima giunta, l'organigramma approvato ne prevede al massimo 5 (come durante le legislature del sindaco Bartolini) e, proprio per ottimizzare i costi, probabilmente si sta valutando di ridurne il numero effettivo proprio per risparmiare.
Quindi, anche in questo caso, si sta andando in una direzione opposta a quella ipotizzata dal gruppo della coalizione Bartolini: consigliamo maggiore attenzione e serenità.»


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2011 alle 10:14 sul giornale del 19 luglio 2011 - 920 letture

In questo articolo si parla di politica, assisi, claudio ricci, giorgio bartolini, assunzione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nwg