Cianetti: ''Bene le credenziali ai pellegrini, ora si dia loro un letto''

carlo cianetti 1' di lettura 20/07/2011 -

La credenziale ai pellegrini? “Utile ma non indispensabile”, secondo il capogruppo consiliare di Buongiorno Assisi e rappresentante dei partiti di centrosinistra, Carlo Cianetti, al contrario invece degli alloggi ai pellegrini di cui, rileva il consigliere, ad Assisi c’è penuria.



«Bene: anche Assisi darà le credenziali ai pellegrini che arrivano a piedi, in bicicletta o a cavallo. Così come avviene per quanti si dirigono a Santiago de Compostela. Una sorta di patente, un documento al quale i pellegrini tengono particolarmente.
Tutto sommato è un aspetto formale, utile ma non indispensabile. Sarebbe invece utile che il Comune e le famiglie religiose lavorassero più e meglio per migliorare l’ospitalità. Da anni, dopo il gemellaggio fra Assisi e Santiago, si attende che il Comune di Assisi individui e metta a disposizione un locale che possa funzionare da “hospital”, cioè da ostello nel quale i viandanti possano farsi una doccia, dormire e trovare ristoro gratuitamente, così come avviene per i pellegrini diretti nella città spagnola.
D’altro canto, contrariamente a quel che accade in altre realtà, anche le strutture ricettive dei religiosi, i conventi e i monasteri, aprono le proprie porte solo dietro pagamento.
Insomma, le credenziali sono un gradito omaggio al pellegrino, ma un letto dove dormire sarebbe un dono molto più gradito


da Carlo Cianetti
Capogruppo consiliare del centrosinistra





Questo è un articolo pubblicato il 20-07-2011 alle 18:20 sul giornale del 21 luglio 2011 - 709 letture

In questo articolo si parla di pellegrinaggio, assisi, carlo cianetti, credenziale del pellegrino, via di francesco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nBg