Bastia: pagava gli alimenti alla ex moglie spacciando cocaina

Carabinieri 1' di lettura 12/09/2011 -

Un divorzio alle spalle e alimenti da corrispondere all’ex coniuge. Sarebbe questo il motivo che ha spinto un commerciante incensurato di 50 anni ad arrotondare lo stipendio vestendo i panni del pusher nei pressi dei locali e delle discoteche della zona.



Dieci grammi di coca nel pacchetto di sigarette - L’uomo è stato rintracciato nei parcheggi adiacenti a una nota discoteca del bastiolo nell’ambito di alcuni controlli effettuati dai carabinieri della compagnia di Assisi tesi a contrastare il fenomeno delle stragi del sabato sera. Il commerciante aveva con sé circa 10 grammi di cocaina già suddivisi in dosi pronte per essere cedute, occultate in un pacchetto di sigarette. La perquisizione dei militari ha rinvenuto anche un bilancino di precisione e alcuni appunti riportanti cifre e nomi di probabili vendite da effettuare.

“Devo pagarci gli alimenti” - È stato lo stesso uomo a riferire ai militari che lo hanno arrestato di aver avuto la necessità di spacciare cocaina per pagare gli alimenti alla ex moglie. L’uomo è stato condotto nelle camere di sicurezza della stazione di Assisi in attesa del provvedimento della magistratura.

Alla guida sotto l'effetto di alcool e droga - Nell’ambito degli stessi controlli, inoltre, i carabinieri hanno denunciato tre giovani, due dei quali alla guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e stupefacenti; il terzo, un disoccupato 23enne di Assisi, è stato trovato in possesso di quasi 5 grammi di cocaina e dovrà rispondere di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.






Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2011 alle 16:57 sul giornale del 13 settembre 2011 - 1075 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, carabinieri, arresto, cocaina, spaccio, assisi, sara caponi, bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pfX