Bartolini: ''Deturpato il palazzo del Capitano del Perdono''

Palazzo del Capitano del perdono 24/09/2011 -

Il consigliere comunale del terzo polo Giorgio Bartolini attacca l’amministrazione comunale, e in particolare il sindaco, rei di aver affisso un manifesto di Perugiassisi 2019 sulla facciata del palazzo del Capitano del Perdono, tutelato come sito Unesco, sfregiandone la muratura con sedici fori.



«“Lo splendido ed armonico Palazzo del Capitano del Perdono in Assisi, oggi sito Unesco e quindi considerato patrimonio dell’umanità, sorge nello spazio di pertinenza della Basilica di Santa Maria degli Angeli”. Così recita una bella presentazione online di uno dei fiori all’occhiello del nostro patrimonio artistico e architettonico, i cui lavori di restauro hanno impegnato l’amministrazione comunale negli ultimi anni, portando alla piena valorizzazione di questo monumento.

Peccato che qualcuno - forse il Sindaco? - abbia deciso di deturpare lo storico palazzo affiggendo un cartellone pubblicitario che annuncia - ironico, ma non meno grave paradosso! - la candidatura di “Perugiassisi” (ma non era Assisi e il territorio perugino? Siamo finiti già al secondo posto!) come capitale europea della cultura del 2019.
L’enorme cartello campeggia su un lato ben visibile del Palazzo del Capitano del Perdono e - come ognuno può constatare - è tenuto ben saldo da sedici lunghi perni che hanno richiesto la perforazione di una parete di notevole pregio architettonico che sarà difficile o comunque molto impegnativo ripristinare senza lasciare ferite nel paramento murario.
Inoltre il materiale utilizzato per ancorare i perni è colato, producendo altrettante (sedici!) grandi macchie attorno ai grossi fori, che sarebbe stato meglio evitare.

Di recente l’amministrazione comunale ha strombazzato “un momento di riflessione circa il rapporto tra patrimonio storico-artistico e i processi di innovazione culturale legati alle candidature” a capitale europea della cultura.
Lo si legge nei trionfali comunicati stampa che spacciano per arrosto una probabile enorme fumata, ma non è questo il problema. Il guaio è che tutte queste riflessioni non insegnano a chi le fa che il “patrimonio dell’umanità” va prima di tutto rispettato non solo a chiacchiere, ma ogni giorno, pietra per pietra, parete per parete.

Qualcuno, deturpandone il palazzo, ha confidato nella pazienza del Capitano del Perdono, ma questo forse è troppo anche per lui! Certamente lo è per noi tutti.»


Nelle foto:
il palazzo del Capitano del perdono ricoperto dal manifesto. Sotto il dettaglio ingrandito della facciata


da Giorgio Bartolini
Gruppo consiliare Lista Bartolini






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-09-2011 alle 12:56 sul giornale del 24 settembre 2011 - 1161 letture

In questo articolo si parla di politica, unesco, assisi, giorgio bartolini, santa maria degli angeli, lista bartolini, palazzo capitano del perdono

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pGt


Certo il Palazzo del Capitano del perdono è un monumento.. ma la torre di piazza ad Assisi non è da meno. Anzi sulla torre il "lenzuolo è molto più esteso" enessuno protesta. Che schifo.

Certo il palazzo del Capitano del Perdono, ma la torre di Piazza del Comune. Ne vogliamo parlare?
Qui lo striscione è molto più esteso di quello a Santa Maria.E deturpa.