Assisi Festival 2011 chiude i battenti con un bilancio positivo

Assisi Festival 2' di lettura 28/09/2011 -

Nonostante le evidenti problematiche che attanagliano la situazione presente, anche per questa edizione la “United Artists for Peace” ha saputo proporre, con l’Assisi Festival, una manifestazione intelligente e ricca di appuntamenti culturali, educativi e, da non dimenticare, gratuiti, ai quali corrisponde la convinzione che la condivisione ed il dialogo siano il primo passo concreto verso la costruzione della Pace.



Segno distintivo della manifestazione, da anni, è la volontà di divulgare messaggi di alto valore etico-culturale, proponendo seminari e tavole rotonde alle quali prendono parte tra i più prestigiosi personaggi pubblici, rappresentanti ministeriali e massimi esperti nei vari settori.

Qui ricordiamo il seminario “Pace, Diritti Umani e Cooperazione Internazionale”, che ha offerto importanti elementi di riflessione sulla situazione internazionale, e che come ogni anno ha ospitato illustri relatori.
Successo di pubblico riscontrato anche per il Convegno “Ambiente, Sviluppo Sostenibile, Alimentazione e Salute”, svoltosi nell’ambito dell’XI Weekend Ecologico, che si propone lo scopo di sollecitare uno sviluppo più consapevole della società, nel rispetto dell’ambiente e della salute umana, con un importante aspetto divulgativo ed educativo soprattutto in campo alimentare.
Da ricordare l’intervento della Dott.ssa Elena Giovagnotti, che ha presentato una relazione sulla salute delle foreste e boschi in Umbria, l’intervento della giornalista televisiva, ecologista di Striscia la Notizia, Cristina Gabetti, volto a scardinare le nostre pigre abitudini scarsamente ecocompatibili, mentre per i temi che riguardano l’alimentazione e la salute sottolineiamo gli interventi del Prof. Tommaso Sediari, del Prof. Marcello Rinaldi, e del Prof. Vittorio Silano, Presidente dell’EFSA – European Food Safety Authority, sulla “Sicurezza degli alimenti e sviluppo sostenibile” e sulla sicurezza alimentare in Europa.

Importanti, anche quest’anno, gli appuntamenti musicali proposti. Il consueto concerto “Artisti Uniti per la Pace” che ha portato sul palco giovani musicisti accanto a noti protagonisti della musica italiana e che ha visto la premiazione di Andrea Mingardi quale “Artista per la Pace 2011”.

Delicato e coinvolgente il “Solo Recital” del pianista americano Jason Peterson, che ha proposto brani di Mozart, Mendelssohn, Ravel e Schubert, in un crescendo emozionale di rara bellezza.

Grande successo, infine, per il concerto di chiusura del XVI Festival Internazionale per la Pace che si è svolto sabato 24 settembre. Nella splendida cornice della Sala Ex Pinacoteca del Palazzo Comunale di Assisi si sono esibiti i pianisti Gabriella Rivelli e Corrado Peronelli nel concerto “Arie d’Italia”, dedicato ai 150 anni dell’Unità d’Italia.
Nella prima parte del concerto sono stati proposti pezzi classici dei maggiori compositori europei (da Liszt a Thalberg), mentre nella seconda parte, i due musicisti si sono cimentati con le colonne sonore dei film più rappresentativi del cinema italiano, con brani di N.Rota, A. Martelli, N. Piovani e E. Morricone.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2011 alle 10:29 sul giornale del 28 settembre 2011 - 557 letture

In questo articolo si parla di attualità, pace, united artists for peace, assisi festival, festival internazionale della pace

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pN0