Ricci a Bartolini: ''Nessun divieto, ma solo il rispetto dei luoghi religiosi''

Claudio Ricci 01/10/2011 -

Dopo le critiche giunte dal consigliere Giorgio Bartolini, il sindaco Claudio Ricci difende l’operato di Mignani e Paoletti messo in discussione dall’ex vicesindaco e ribadisce, ancora una volta, il significato dell’ordinanza, nata “non per vietare”, ma per “indicare il rispetto dei luoghi religiosi e spirituali di Assisi”.



«Ormai la Lista Bartolini - afferma il primo cittadino - volendo sempre andare contro tutto e tutti, si espone ad "atteggiamenti confusi": infatti per anni "raccomandava di fare solo eventi e manifestazioni di qualità" e adesso che arriva una "specifica ordinanza su questo" la "attacca solo per andare contro" tutto e tutti.

Sia l'Assessore Francesco Mignani che il Consigliere Delegato Leonardo Paoletti (attaccati con ironia da Bartolini) stanno svolgendo un "ottimo lavoro" e l'Ordinanza investe soprattutto la Responsabilità del Sindaco di Assisi Claudio RICCI che, anche se sarà difficile, deve avere la forza, con la Giunta e l'Amministrazione Comunale, di controllare la qualità delle oltre 1000 iniziative/eventi all'anno.

Si ribadisce che l'Ordinanza "non vieta nulla" ma indica che Eventi, Manifestazioni e Mostre devono essere "adeguate e rispettose" dei luoghi di Assisi e, in particolare, di quelli Religiosi e Spirituali (che sono il Valore fondamentale della Città di Assisi).
Peraltro alcune parti dell'Ordinanza "ribadiscono" ordinanze precedenti già emanate e che dovranno avere una "maggiore incisività applicativa".»


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-10-2011 alle 02:37 sul giornale del 01 ottobre 2011 - 608 letture

In questo articolo si parla di cronaca, arte, cultura, ordinanza, assisi, claudio ricci, giorgio bartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pVI