Disagi e allagamenti in tutto il territorio

Pioggia allagamento 08/10/2011 -

Un nubifragio in piena regola è quello che si è abbattuto nel pomeriggio di ieri sull’Umbria, provocando nell’intera regione molti disagi causati da allagamenti e caduta di rami o, in alcuni casi, interi alberi. La pioggia battente ha fatto danni anche ad Assisi e Bastia Umbra, dove i vigili del fuoco sono stati subissati di richieste di intervento.



Secondo quanto riferito dalla stampa odierna, molti sono i sottopassi che ieri si sono allagati, a cominciare da quello che da Santa Maria degli Angeli conduce a Tordandrea; stesso destino per il sottopasso ferroviario in via Patrono d’Italia, inaugurato da pochi mesi. Non è andata meglio a Bastia Umbra, dove sono tre i sottopassi che si sono riempiti d’acqua. Non sorprende che tra questi vi sia quello nei pressi dell’Umbriafiere (soggetto a frequenti allagamenti), dove un automobilista impavido ha tentato di guadare il corso d’acqua che si era creato, rimanendo tuttavia bloccato. Nessuna conseguenza per l’audace pilota, ma il suo incauto gesto ha richiesto l’ausilio di un carroattrezzi.
Da segnalare allagamenti negli scantinati e negli ambienti a piano terra in diverse zone di Santa Maria degli Angeli, soprattutto nei pressi della stazione; acqua anche in diversi negozi in via Becchetti e negli ambienti della mensa scolastica di via Micarelli.

A fare la sua parte anche il forte vento, che ha fatto cadere rami e addirittura interi alberi, fortunatamente senza gravi conseguenze.
In via Patrono d’Italia, nei pressi dell’Ora Hotel ex Cenacolo, un albero è caduto in mezzo alla strada causando molti disagi e la deviazione del traffico ad opera della polizia municipale, mentre nei pressi di Porta Nuova, ad Assisi, un ramo ha centrato un’automobile in transito, lasciando fortunatamente illeso il conducente. Rami caduti anche vicino al parcheggio di piazza Matteotti, lungo le mura romane.

La tempesta di ieri, che secondo i metereologi ha inaugurato la stagione autunnale, si lascia dietro non solo acqua e fango, ma anche una scia di polemiche per l’inefficace pulizia e manutenzione delle strade, come evidenziato dalle forazze piene di gango e fogliame, ripulite dai pompieri e dalla municipale.
Polemiche che arrivano non solo dai cittadini, stanchi di dover far fronte agli allagamenti conseguenti alle piogge più o meno intense, ma anche dal capoogruppo consiliare del centrosinistra, Carlo Cianetti, che coglie l’occasione per sottolineare la scarsa gestione quotidiana da parte dell’amministrazione comunale.

“Mentre il sindaco Ricci profonde il massimo impegno in dichiarazioni improbabili (“100 mila visitatori con il Giro d'Italia”, sic!) - afferma Cianetti -, si attribuisce meriti non propri come quello dell'ampliamento dell'istituto alberghiero, basta un acquazzone per allagare mezza Santa maria degli Angeli: via Risorgimento, via Becchetti, i vari sottopassi, via Los Angeles, via Micarelli e altre ancora. La ragione di quanto accaduto è da attribuire all'abbondanza delle precipitazioni ma soprattutto allo stato di pulizia e di manutenzione delle strade, delle forazze e delle condutture. Insomma, ormai è chiaro: questa amministrazione è capace solo di fare annunci, ma non è capace di provvedere alla quotidiana gestione del territorio”.


Foto di testata:
una strada allagata percorsa da automobili





Questo è un articolo pubblicato il 08-10-2011 alle 11:07 sul giornale del 08 ottobre 2011 - 1240 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vigili del fuoco, maltempo, allagamento, pioggia, nubifragio, assisi, sara caponi, santa maria degli angeli, bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/qbb