Cannara: in arrivo 'l'acqua del sindaco' a chilometri zero

Acqua 2' di lettura 10/10/2011 -

Sarà installata anche a Cannara la fontanella di acqua frizzante, la cosiddetta “acqua del sindaco”. L’ATI 2, di cui fa parte anche il Comune di Cannara, ha determinato l’assegnazione di un finanziamento per dotare il territorio di Cannara di questa struttura particolarmente attesa e sicuramente molto apprezzata ai cittadini.



L’acqua che verrà erogata dalla fontana, previo pagamento di 5 centesimi di euro per un litro e mezzo, sarà quella dell’acquedotto, sottoposta a continui controlli e quindi particolarmente sicura, e consentirà di risparmiare sia in termini di produzione di rifiuti ma anche in termini di emissioni di anidride carbonica (CO2) poiché a chilometri zero.

L’amministrazione Comunale di Cannara ha individuato come area per il posizionamento il piazzale Salvo D’Acquisto e precisamente lo spazio tra l’ingresso della sezione primaria dell’istituto comprensivo Anna Frank e l’ufficio postale.
La scelta, a cui è già seguito il sopralluogo con il tecnico di Umbra Acque con esito positivo, nasce dalla volontà di individuare un luogo abbastanza vicino al centro storico e al tempo stesso dotato di un comodo parcheggio e quindi facilmente raggiungibile dai cittadini.
Inoltre la location può rappresentare anche un momento importante di socializzazione proprio per l’alta frequentazione legata alla presenza del plesso scolastico e dell’ufficio postale.

Nei prossimi giorni l’amministrazione comunale sottoscriverà una convenzione con Umbra Acque, gestore del servizio acquedotti-fogne e depurazione per la realizzazione e gestione dell’impianto. I lavori saranno realizzati in tempi brevi ed entro l’anno la fontana sarà perfettamente fruibile e funzionante e l’acqua erogata sottoposta ad analisi e monitoraggio continuo.

La medesima filosofia è alla base dell’introduzione di alcune misure che a breve interesseranno anche le mense scolastiche; infatti con l’inizio del nuovo anno scolastico anche qui ci sarà una particolare attenzione alla riduzione nella produzione dei rifiuti. Queste buone pratiche sono inserite anche nel piano di interventi che hanno consentito all’amministrazione comunale di ottenere la certificazione ambientale ISO 14001 che sarà ufficialmente consegnata al sindaco nel corso della cerimonia che si terrà lunedì 10 ottobre presso la sede di Valtopina della Comunità Montana del Subasio.

Anche nelle mense verrà infatti utilizzata l’acqua dell’acquedotto utilizzando apposite caraffe riutilizzabili e saranno messe al bando le stoviglie usa e getta che lasceranno il posto a piatti in ceramica e posate in metallo dando così un ulteriore importante contributo alla riduzione della produzione dei rifiuti in accordo con Cir, il soggetto gestore della mensa.
Quest’ultimo intervento comporta un ulteriore investimento di cui l’amministrazione comunale si fa ben volentieri carico, ovvero l’acquisto delle stoviglie e dell’apposita lavastoviglie, nell’ambito della finalità complessiva di rispettare e migliorare l’ambiente in cui si vive soprattutto per le giovani generazioni.


da Giovanna Petrini
Sindaco del Comune di Cannara




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2011 alle 11:57 sul giornale del 10 ottobre 2011 - 1384 letture

In questo articolo si parla di ambiente, attualità, acqua, ecologia, cannara, comune di cannara, giovanna petrini, acqua del sindaco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/qdZ


Marco Renzini

Credo che nel comunicato ci sia un errore evidente. Un litro e mezzo di acqua dovrebbe costare 5 centesimi di euro e non 50 come indicato.

In seguito a rettifica del sindaco Petrini il prezzo è stato corretto in quanto erroneo: un litro e mezzo di acqua costerà 5 centesimi e non 50.
Un grazie a Marco Renzini per la segnalazione.

Franco Bollo

Ma non bastavano le vecchie fontanelle con il rubinetto?