Tardioli contro Paoletti: ''Assisi ha bisogno di cambiare''

Luigi Tardioli 02/11/2011 -

Il consigliere Tardioli Luigi con delega alla Internazionalizzazione del Turismo di Assisi incontra il Console Generale della Gambia in Italia. Prosegue così il processo di internazionalizzazione del prodotto “Città di Assisi” in linea con il programma di mandato del Sindaco Claudio Ricci.



Di recente il Consigliere Luigi Tardioli con delega alla internazionalizzazione del prodotto Città di Assisi ha incontrato il Prof. Avv. Francesco Cristina di Santannera che già era stato ospite insieme alla delegazione Senegalese ad Assisi ed aveva avuto la possibilità di essere ricevuto ufficialmente dal Vice-Sindaco Antonio Lunghi e dall’assessore Francesco Mignani.

La visita del Delegato del Sindaco Dottor Tardioli Luigi si è indirizzata su tre filoni principali ovvero quella della collaborazione con la loro università locale favorendo gli scambi culturali, ’intercettazione di quel 9% della popolazione cattolica che ogni hanno visita l’Italia religiosa e che si punta a far arrivare ad Assisi facendolo diventare Assisi il polo di partenza per ogni visita nel centro Italia e gli stage sportivi. Inoltre nell’incontro, che sarà seguito da una lettera ufficiale di collaborazione tra il Sindaco Claudio Ricci il Consolato Generale della Gambia in Italia e i vertici del governo della Gamia, si è stabilito di organizzare un incontro ufficiale tra una delegazione di Assisi e il governo della Gambia che ricordiamo ha rapporti stretti anche con il Senegal.
Si è inoltre parlato della possibilità di organizzare in Assisi i ritiri di squadre in preparazione per i vari tornei, il Consigliere Tardioli Luigi ha spiegato che la città di Assisi ha varie esperienze nel calcio, basket, pugilato e volley.
L’incontro compatibilmente con gli impegni del sindaco Claudio Ricci è fissato per il 13 e 14 dicembre prossimo.

Tardioli dichiara: “Rispondo alle critiche con il lavoro come sempre, non entro nel merito di posizioni di isolati personaggi che si tacciono per Assessori al Turismo, come si evince in numerosi manifesti e lettere di aziende che scrivono in comune indirizzando le lettere all’Assessore al Turismo Leonardo Paoletti; la differenza tra me e gli altri che io non ho bisogno di apparire per essere e quando parlo di tassa di soggiorno ho dati di studiosi del settore, di enti datoriali professionali e professionisti che parlano della cosa, non isolate esigenze di qualche past assessore. Assisi ha bisogno di cambiare il mercato è cambiato e stare arroccati sulle posizioni non fa bene al turismo, io comunque andrò avanti”.


da Luigi Tardioli
Presidente CST Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2011 alle 03:03 sul giornale del 02 novembre 2011 - 2440 letture

In questo articolo si parla di attualità, turismo, assisi, leonardo paoletti, cst assisi, luigi tardioli, centro studi turismo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/q7n


Marco Vetturini

Ha ragione Tardioli.
Le nomine date dal sindaco ai consiglieri, per dare un contentino a tutti, non sono deleghe assessorili. Infatti Paoletti non ha nessuna delega di tale tipo: è "un assessore del passato".
Invece la nomina di Presidente del Cst di Tardioli è vera.