Bastia: Pd, ''La giunta sperpera le poche risorse a disposizione''

Partito Democratico 2' di lettura 07/11/2011 -

«La giunta Ansideri - scrive il Partito democratico bastiolo commentando negativamente la manifestazione “Dolcemente Bastia”, promossa dall’amministrazione comunale - continua con l’utilizzo delle risorse comunali in modo del tutto casuale e privo di ogni coerenza politica.



Nell’ultimo consiglio comunale del 03/11/2011, la maggioranza di centrodestra ha approvato il finanziamento per l’evento “Dolcemente Bastia”, promosso dall’assessorato alla cultura.
E’ un’iniziativa di dubbio valore culturale e di scarsa efficacia commerciale, che impegna la somma di 45mila euro, cifra spropositata se si considera il particolare momento di austerità e difficoltà in cui si trovano tutte le categorie sociali.

Ci si trova a discutere di come sostenere le imprese in difficoltà, dei necessari interventi a sostegno delle fasce più deboli, si continuano a proporre invece risposte effimere ed a scarsa dimensione culturale.
La giunta ha aumentato le rette degli asili nido e di altri servizi per l’infanzia, aggravando le già precarie condizioni economiche delle giovani coppie.
Dalla presentazione riportata in Consiglio Comunale dall’Assessore, si evidenzia l’ennesima iniziativa contenitore, dove trovano spazio le associazioni del territori e alcune attività commerciali. Il tutto in stile “festa dei Balocchi”.
Noi pensiamo che per il rilancio dell’economia bastiola siano necessarie chiare e organizzate iniziative, che coinvolgano i produttori locali, e interventi di sostegno alla piccola o piccolissima impresa per favorire l’accesso al credito o alla defiscalizzazione.

Questa Giunta non sa quali interventi sviluppare per la città e quel che è peggio sperpera le poche risorse di cui dispone.

Avevamo suggerito un intervento di risistemazione del castello di Costano, per adeguare le aree adiacenti al Museo della Porchetta, rendendo dignitoso il contesto in cui è inserito, e progetti di promozione dello stesso per ottenere un ritorno in termini culturali e di visitatori: ci è stato risposto che non ci sono i soldi.
In realtà si preferiscono le corse con i quad al centro fieristico e il trenino che per un giorno vaga per Bastia.
Bastia ha bisogno di una nuova rinascita, liberandosi dal letargo che la sovrasta!»


dal Partito Democratico
Sezione di Bastia Umbra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-11-2011 alle 02:24 sul giornale del 07 novembre 2011 - 458 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, partito democratico, bastia umbra, pd bastia, dolcemente bastia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/rjR