Ricci: ''Nessun aumento di tasse. Per l'ospedale emerga spirito costruttivo''

Claudio Ricci 2' di lettura 07/11/2011 -

In replica al terzo polo, interventuto di recente nel dibattito politico con l’intervento di Simonetta Maccabei e quello di Giorgio Bartolini, il sindaco di Assisi Claudio Ricci esclude il depotenziamento dell’ospedale ed esclude aumenti di tasse nel breve periodo.



«Per quanto attiene all'Ospedale di Assisi emerge una buona fase di collaborazione, con l'ASL 2 e la Regione, suffragata dagli interventi in atto e programmati: graduale nomina dei Primari (manca solo quello di Ostetricia e Ginecologia), Aumento di 15 Posti Letto, Riqualificazione Impiantistica Interna e Miglioramento del Parcheggio, miglioramento dei Distretti Sanitari nel Territorio.

In Prospettiva, anche con l'ausilio della Specifica Commissione Consiliare di Studi, si sta cercando di elaborare una proposta che possa includere: Consolidamento e Potenziamento degli Attuali Servizi di Base (incluso la tutela del Punto Nascita), Definizione di Alcuni Settori di Specializzazione anche a Supporto degli Ospedali vicini, e di Perugia in particolare (non escludendo anche collaborazioni con la Facoltà di Medicina dell'Università di Perugia).
Auspico che emerga sempre più uno spirito costruttivo di proposta in quanto solo facendo molto e Comunicando Bene i Servizi dell'Ospedale di Assisi che si può arrivare ad Inserire nel nuovo Piano Sanitario Regionale ciò che non fu possibile nel 1999/2000: la classificazione dell'Ospedale di Assisi come speciale e non di semplice comunità (avendo, come conseguenza, anche le necessarie risorse per il futuro).

Per quanto attiene alle Tasse il Comune di Assisi da 15 Anni, malgrado i consistenti minori trasferimenti dalla Stato (diversi Milioni di Euro), NON Aumenta Ne Tasse Ne Tariffe (in totale meno 400 € all'anno per Famiglia, rispetto alla media dell'Umbria).
In questa fase, in attesa di conoscere dal Governo i reali parametri, l'intendimento del Sindaco RICCI e della Giunta è quello di resistere (diminuendo le spese e risparmiando), fino a quando sarà possibile, visti i tanti minori trasferimenti, nel NON aumentare ne Tasse ne Tariffe.
Anche per quanto attiene alla Tassa di Soggiorno la linea prevalente dell'Amministrazione Comunale è quella di NON Applicarla (come fatto negli ultimi due anni).»


da Claudio Ricci
Sindaco del Comune di Assisi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-11-2011 alle 02:22 sul giornale del 07 novembre 2011 - 566 letture

In questo articolo si parla di attualità, economia, tasse, ospedale, politica, assisi, claudio ricci, imposte

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/rjE