Andrea Bocelli: ''Senza il dialogo non c'è speranza''

Andrea Bocelli 10/11/2011 -

Ad una settimana dalla "Giornata di riflessione, dialogo e preghiera per la pace e la giustizia nel mondo" che si è tenuta ad Assisi il 27 ottobre scorso alla presenza di Papa Benedetto XVI il maestro Andrea Bocelli ha scritto un articolo per la rivista San Francesco Patrono d'Italia ed anticipato dal sito www.sanfrancescopatronoditalia.it sullo Spirito di Assisi e sull'importanza del dialogo "senza il quale non c'è speranza".



Scrive fra l'altro: "Quando penso a San Francesco d'Assisi e cerco di immaginarlo immerso nella sua quotidianità, totalmente spesa allo scopo di penetrare sempre più profondamente il mistero e il senso della vita, mi si fa incontro un uomo, incomparabilmente capace di aprirsi al dialogo; al dialogo con la natura, con gli animali e soprattutto con i suoi simili".

Bocelli aggiunge: "Ma il Poverello di Assisi è ancora tra noi; la sua vita, il suo esempio, la sua silenziosa lezione, incidono oggi come allora nel più profondo delle nostre coscienze, scuotendole forte, tanto da farcele risultar scomode, scostanti, come solo la verità può essere. Il Poverello di Assisi giganteggia e domina i cuori di tutti coloro che si fermano ad ascoltarlo. Sono sufficienti pochi istanti e tutto si chiarisce, illuminato da un'idea, che non teme il trascorrere del tempo, il mutar rapido dei costumi e ci promette una serenità, una pace, che non si fanno attendere. Senza il dialogo non c'è crescita, quindi, non c'è speranza".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-11-2011 alle 18:58 sul giornale del 12 novembre 2011 - 649 letture

In questo articolo si parla di attualità, pace, andrea bocelli, assisi, dialogo, sacro convento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/rwx