Lino Banfi ad Assisi per la rassegna a lui dedicata

Lino Banfi ad Assisi 3' di lettura 19/11/2011 -

Si chiude oggi, sabato 19 novembre, la 30esima edizione di “Primo piano sull’autore”, rassegna del cinema italiano che quest’anno ha voluto celebrare, nel quarantesimo dall’inizio della sua carriera, il celebre attore pugliese Lino Banfi.



La rassegna, iniziata lunedì scorso, si è svolta presso il teatro Metastasio, che si è reso protagonista con una ricca programmazione d’autore che ha ripercorso la carriera cinematografica del “nonno Libero” nazionale, a cominciare dai primi passi negli anni Settanta fino ai successi più recenti, con un ampio sguardo sugli anni Ottanta. Le proiezioni, che si sono svolte con regolarità nell’arco delle giornate, riproponendo titoli che hanno fatto la storia del cinema italiano: da “L’allenatore nel pallone” a “Cornetti alla crema”, da “L’esorciccio” a “Roba da ricchi”, “Vieni avanti cretino”, fino all’indimenticabile “Il commissario Lo Gatto”.

Non solo film, ma anche partecipazione diretta: nell’ambito della rassegna, infatti, Lino Banfi è giunto ad Assisi e Perugia nella giornata di ieri, venerdì 19 novembre, incontrando centinaia di giovani studenti, che hanno mostrato interesse per l’iniziativa partecipando numerosi.
Nella mattinata di ieri Banfi ha fatto tappa nella città serafica, dove ha incontrato i giovani delle scuole medie superiori e le associazioni cultuali di Assisi giunti al teatro Metastasio per stringere la mano all’attore.

Nell’incontro con gli studenti e con i ragazzi dell’istituto serafico presenti all’incontro di ieri mattina, con i quali Lino Banfi si sarebbe piacevolmente intrattenuto, l’attore era accompagnato dall’assessore alle politiche giovanili del Comune di Assisi Francesco Mignani e dal consigliere indipendente Claudia Travicelli, i quali “hanno voluto rimarcare gli straordinari risultati raggiunti dall’Istituto Serafico, in 140 anni di attività, per migliorare la qualità della vita ed assicurare percorsi formativi all’avanguardia ai tantissimi portatori di disabilità che vi hanno fatto ricorso”.

Nel pomeriggio, invece, si è tenuta la trasferta perugina nella quale Banfi ha incontrato nell’aula magna dell’ateneo gli studenti dell’Università per Stranieri di Perugia.

La rassegna si concluderà oggi, con gli ultimi appuntamenti dedicati all’autore, che si terranno nel corso del pomeriggio e della serata.
Nella sala della conciliazione si concluderà il programma della manifestazione con la proiezione alle ore 14.30 di “Indovina chi sposa mia figlia”, film del 2009 di Neele Vollmar in cui, insieme a Christian Ulmen, Mina Tander e Sergio Rubini, Lino Banfi recita insieme alla figlia Rosanna. A seguire, alle ore 16, Steve Della Casa terrà un convegno di studi dal titolo “Lino Banfi - Avanspettacolo, cinema, televisione. I diversi volti di un uomo normale”, con i contributi di storici, critici, attori, registi e produttori che hanno intrecciato la propria carriera con quella di Lino Banfi.
Alle ore 21, presso la sala delle volte del palazzo comunale, si terrà una serata di gala per la consegna del Premio Domenico Meccoli “Scriveredicinema”, durante la quale il sindaco Claudio Ricci consegnerà a Lino Banfi una targa onorifica della città di Assisi.


Foto di testata:
Lino Banfi ad Assisi (foto Mauro Berti). Sotto, l’attore insieme a Francesco Mignani e Claudia Travicelli








Questo è un articolo pubblicato il 19-11-2011 alle 00:19 sul giornale del 19 novembre 2011 - 1220 letture

In questo articolo si parla di cinema, spettacoli, assisi, sara caponi, teatro metastasio, lino banfi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/rRQ