Furto in carrozzeria: tra i due arrestati anche un minore

Arresto 19/11/2011 -

Hanno creato un foro nella rete metallica e si sono introdotti nel magazzino di una carrozzeria della zona. Dopo una violenta colluttazione con uno dei titolari dell’attività, i due hanno tentato la fuga, ma sono stati raggiunti poco dopo dai carabinieri di Assisi.



Il socio della carrozzeria si è trattenuto oltre l’orario di chiusura serale per compilare alcuni documenti, quando ha sentito dei rumori provenire dal magazzino. Insospettito, l’uomo si è diretto con l’ausilio di una torcia verso il luogo dal quale proveniva l’insolito chiasso e, nella penombra, ha individuato la sagoma di un individuo intento a smontare manubrio, marmitta e carena da uno degli scooter presenti in magazzino, il quale custodisce i ciclomotori sequestrati dalle forze dell’ordine.
Mentre cercava di mettersi in contatto con il 112, il titolare è stato aggredito alle spalle da un complice del ladro. Ne è seguita una violenta colluttazione nella quale i due malviventi, che hanno avuto la meglio, hanno messo a terra il socio della carrozzeria dopo averlo ferito in più parti, dandosi poi alla fuga.

I carabinieri, che nel frattempo avevano raggiunto il luogo dell’aggressione, hanno bloccato i fuggitivi senza alcuna difficoltà.
I due ladri, entrambi di origine albanese e giovanissimi (uno di 20 anni e uno minorenne), sono stati arrestati per rapina e trasportati l’uno nel carcere di Capanne e l’altro nel centro di accoglienza minorile di Firenze.


Foto in allegato:
i carabinieri di Assisi








Questo è un articolo pubblicato il 19-11-2011 alle 13:58 sul giornale del 22 novembre 2011 - 766 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, arresto, furto, assisi, sara caponi, carrozzeria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/rRZ