Capodacqua invasa dal gpl, evacuate cinquanta famiglie

Vigili del fuoco 2' di lettura 02/12/2011 -

Giornata da incubo, quella di ieri, vissuta dalla frazione di Capodacqua, dove dalla mattina un’autocisterna ha cominciato a perdere il suo carico di gpl. Decine di famiglie sono state evacuate e i vigili del fuoco hanno lavorato tutto il giorno per contenere la perdita ed evitare il rischio di incendio. Solo in tarda serata il pericolo è rientrato e le famiglie hanno fatto ritorno alle proprie case.



A causare l’incidente la rottura di un tubo del serbatoio, che trasportava circa diecimila litri di gpl. L’intervento dei vigili del fuoco, allertati dallo stesso autista, è stato immediato, ma sono servite più di dodici ore per normalizzare la situazione. La fuoriuscita, infatti, ha avuto inizio pressappoco alle nove di ieri mattina ed è stata bloccata verso le 21.30 di ieri sera.
A seguito della rottura del tubo dela, la fuoriuscita di gas allo stato liquido è stata immediata e copiosa, ma contenuta dall’intervento dei vigili che nel giro di poche ore hanno tamponato la perdita, scongiurando il rischio di esplosione dovuto all’alta infiammabilità del gpl.
Contenuta la perdita, il personale dei vvff ha effettuato il travaso e messo in sicurezza il mezzo e l’area circostante.

In tarda serata è intervenuto il sindaco Claudio Ricci rassicurando i cittadini sulla situazione e annunciando che le famiglie evacuate avevano fatto ritorno nelle proprie abitazioni, “dopo che i vigili del fuoco hanno completato tutte le operazioni di bonifica e controllo dell’area e di tutte le abitazioni”.
Ricci precisa che durante tutta la giornata la protezione civile ha predisposto servizi in aiuto della popolazione e, nel caso le operazioni si fossero protratte, era già pronta una struttura alberghiera pronta ad ospitare le famiglie per la notte.

Nella sua nota il sindaco ringrazia in modo “ampio e sentito per la professionalità, rapidita ed efficienza dimostrata” i carabinieri di Assisi coordinati dal capitano Andrea Pagliaro, gli “straordinari” vigili del fuoco di Assisi, Perugia e Roma, coordinati dal comandante provinciale di Perugia Stefano Marzella, la protezione civile di Assisi coordinata dall’ing. Stefano Nodessi e “l’incomiabile opera” della polizia municipale coordinata da Antonio Gentili, oltre a tutte le altre forze dell’ordine presenti e gli assessori Cannelli e Massucci che hanno seguito da vicino la vicenda per tutta la giornata.
Il ringraziamento del primo cittadino va anche alle famiglie di Capodacqua “per la grande collaborazione assicurata”, al bar ristorante Giulivi e all’hotel Villaverde, “che aveva già predisposto tutte le strutture di accoglienza che, fortunatamente, non sono servite”.






Questo è un articolo pubblicato il 02-12-2011 alle 01:57 sul giornale del 02 dicembre 2011 - 1117 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vigili del fuoco, incidente, gpl, assisi, esplosione, sara caponi, evacuazione, capodacqua

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/srO