Bastia: ludoteca chiusa, il Pd chiede spiegazioni

ludoteca comunale 1' di lettura 10/12/2011 -

Attraverso un’interrogazione presentata al sindaco Stefano Ansideri, il gruppo consiliare del Partito democratico chiede lumi sulla chiusura della ludoteca “Gianni Rodari” sulla quale, allo stato attuale, mancherebbero informative in merito alla sospensione temporanea o definitiva del servizio.



Secondo il Pd la ludoteca, situata in piazza Mazzini, “ha una sua precisa storia e peculiarità ed è riconosciuto dai nostri concittadini quale utile ed essenziale strumento di supporto all’attività “genitoriale”, oggi così complessa e difficoltosa”.
Chiedendosi se la sospensione del servizio sia temporanea o definitiva, il Pd interpreta inoltre la mancanza di comunicazioni istituzionali al riguardo come “evidente carenza di informazione a favore dei cittadini riguardo lo stato attuale del servizio e del suo futuro”.

Una seconda interrogazione, invece, torna sulla tanto discussa manifestazione “Dolcemente Bastia”, la fiera regionale del dolce recentemente svolta all’Umbriafiere la quale, secondo i democratici, non avrebbe pienamente raggiunto gli obiettivi prefissati dall’amministrazione in sede consiliare.
Riguardo all’iniziativa il Pd chiede di conoscere la rendicontazione analitica dei capitoli di spesa corrente a carico del bilancio 2011 del Comune e quella relativa ai capitoli di spesa corrente co-finanziata, con adeguato progetto, a carico del bilancio 2011 della Regione Umbria, nonché la “possibilità/volontà di una prossima III edizione”.






Questo è un articolo pubblicato il 10-12-2011 alle 11:59 sul giornale del 10 dicembre 2011 - 487 letture

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, ludoteca comunale, Raffaele Aristei, bastia umbra, pd bastia, dolcemente bastia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/sL1