I giovani del Pd a sostegno di Masciolini: ''Basta diatribe personalistiche''

partito democratico 3' di lettura 16/12/2011 -

«Di fronte alla grave crisi economica e ai grandi sacrifici a cui sono chiamati gli italiani - si legge in una nota di alcuni iscritti -, il PD di Assisi deve fare la sua parte, riacquistando autorevolezza e capacità di fare politica con la P maiuscola, quella che punta a risolvere i problemi di tutti i giorni, quella che vuole cambiare in meglio il nostro territorio e il nostro comune.



Le diatribe personalistiche o correntizie non ci interessano, perché non fanno bene alla politica e non fanno bene al Partito Democratico di Assisi.
Chiediamo perciò a tutte le migliori forze del partito di unirsi a noi, per rilanciare l'azione politica nel territorio e concludere una transizione troppo lunga. Non ci interessano lotte vecchie, volontà di rivincita o di epurazione. Noi abbiamo lo sguardo rivolto al futuro e vogliamo dialogare, in modo costruttivo, con tutti, ma senza subalternità e senza farci strumentalizzare da nessuno.

Siamo convinti che il tempo per la vecchia politica, ad Assisi, come altrove è terminato. Noi vogliamo portare il PD e il nostro Comune nel futuro. Ma siamo convinti che il futuro è adesso. Noi ci candidiamo a guidare il cambiamento.

Le nostre priorità per Assisi sono:
1 - Rilanciare il ruolo politico di Assisi in ambito provinciale, regionale e nazionale
2 - Puntare sull'innovazione tecnologica
3 - Promuovere servizi migliori per le famiglie, i giovani e gli anziani
4 - Investire sulla nostra ricchezza: la Cultura e il Turismo
5 - Dare speranza ai giovani, rendendo loro più facile vivere e lavorare ad Assisi.

Per raggiungere questi obiettivi siamo convinti che sia necessario un partito: radicato nel territorio (con la realizzazione di circoli territoriali e forum tematici); capace di dialogare costantemente con lavoratori, imprese, istituzioni, associazioni, cittadini; coeso e capace di decidere, in grado di parlare con una sola voce all'opinione pubblica; aperto e partecipato, in grado di dare voce a tutte le anime e le sensibilità; osmotico tra ciò che accade nella società e ciò che accade nelle istituzioni, promuovendo canali di comunicazione efficienti e costanti.

Siamo in un periodo in cui ci vuole coraggio e oggi c'è un giovane, Federico Masciolini, 33 anni, nato e cresciuto nel nostro comune, da anni impegnato nel PD di Assisi, che ha deciso di mettersi a disposizione per portare avanti un progetto di rinnovamento e di rilancio del partito, in cui nessuno si senta escluso ma anzi tutti e ciascuno si sentano motivati a dare il proprio contributo.
Confidiamo sulla sua passione politica disinteressata e sulle sue competenze che già abbiamo avuto modo di conoscere. Non crediamo nell’uomo solo al comando, ma nemmeno nelle oligarchie più o meno illuminate.
Noi siamo convinti che insieme a lui e insieme a tanti simpatizzanti e iscritti possiamo portare il PD fuori dal guado. Con l’aiuto, in primo luogo, di chi ha più esperienza e decide di metterla al servizio del partito aiutando una nuova generazione che ora è il tempo che si metta alla prova.»

Brunella Bambagioni
Luigi Bastianini
Laura Biagetti
Carlo Brunacci
Timoteo Carpita
Victor Daiani
Michela Giuglietti
Fabrizio Laloni


da un Gruppo di iscritti al Partito democratico
Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-12-2011 alle 12:21 sul giornale del 16 dicembre 2011 - 1104 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di politica, partito democratico, assisi, pd assisi, federico masciolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/s2U