Bastia: prevenzione delle cadute dall'alto al centro di Expo Emergenze

Edilizia 3' di lettura 06/02/2012 - Dopo l’approvazione in Giunta regionale, avvenuta nello scorso mese di ottobre, delle “Linee di indirizzo per la prevenzione delle cadute dall’alto”, sabato prossimo 11 febbraio alle ore 15,00, all’interno di Expo Emergenze in programma ad Umbriafiere di Bastia Umbra dal 9 al 12 febbraio, si svolgerà un apposito seminario sul tema “Lavori in quota. Il cammino verso una Legge regionale”.

Le linee di indirizzo, approvate dalla Giunta regionale su proposta dell’Assessore Stefano Vinti, prevedono le idonee misure preventive e protettive in grado di consentire, anche in fase di manutenzione, l’accesso, il transito e l’esecuzione dei lavori in quota in condizioni di sicurezza e costituiscono il documento propedeutico alla stesura di una legge regionale che ha la grande ambizione di azzerare gli infortuni e le morti causate dalle cadute dall’alto.

“Valutare il rischio - dichiara l’Assessore Vinti - sarà obbligatorio non solo per chi ha la responsabilità degli interventi, ma anche per tutti coloro, semplici cittadini, che salgono in copertura per le manutenzioni di piccola entità, totalmente ignari dei rischi che corrono. Questo convegno, oltre che a presentare il documento approvato in ottobre, vuole porlo a base di una riflessione comune con alcune delle istituzioni che hanno partecipato alla sua stesura e con gli operatori del settore che saranno chiamati ad attuarle e operare un ulteriore approfondimento a cui seguiranno gli atti amministrativi necessari alla definizione di una proposta di legge in materia”.

Il seminario tra l’altro fa seguito a quello tenutosi a Foligno nello scorso mese di luglio dedicato sulle cadute dall’alto in edilizia, sulla relativa mancanza di norme specifiche che possano regolamentare l’accesso, il transito e l’esposizione ai rischi degli operatori in condizioni di sicurezza.

“Dopo il seminario di Foligno e l’approvazione delle linee di indirizzo - ha affermato l’Assessore Vinti - continua così l’impegno della Regione contro gli incidenti derivanti da cadute dall’alto che resta la prima causa di infortunio e nei casi peggiori di morte sui luoghi di lavoro. L’Umbria deve percorrere la strada dell’affermazione e della condivisione di una cultura della sicurezza, sicurezza che non va considerata come qualcosa di occasionale, ma come elemento portante di ogni luogo di lavoro. Bisogna pensare alla sicurezza come un processo in continuo aggiornamento, che marcia di pari passo con i cambiamenti negli ambiti lavorativi, nell'uso dei materiali, nelle nuove tecnologie, nelle sostanze. La salvaguardia della vita e della salute dei lavoratori - conclude Vinti - rappresenta un obiettivo prioritario per le istituzioni regionali che va perseguito mediante l’individuazione di percorsi di correttezza e responsabilità che coinvolgano, innanzitutto, i datori di lavoro”.
Dopo i saluti dell’Assessore regionale alla sicurezza nei cantieri Stefano Vinti il seminario di sabato prevede gli interventi dell’ing. Patrizia Macaluso della Regione Umbria (Presentazione “Linee di indirizzo per la prevenzione delle cadute dall’alto”), della dott.ssa AnnaRita Comodi, direttrice UOC prevenzione sicurezza negli ambienti di lavoro della ASL 1 (L’efficacia dei controlli in materia di lavori in quota. Rapporto tra tutela dell’ambiente e sicurezza dei luoghi di lavoro. I nuovi cantieri: i tetti), di Romualdo Ciancuti, tecnico della prevenzione ASL 4 (L’efficacia dei controlli in materia di lavori in quota. Proposte di miglioramento), dell’arch. Pierluigi Venanzi, in rappresentanza degli ordini e dei collegi professionali (La qualificazione dei professionisti) e di Giancarlo Vitali, socio fondatore dell’Associazione Nazionale Linee Vita (Confronto tra le diverse normative regionali in materia di linee vita).





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-02-2012 alle 13:38 sul giornale del 07 febbraio 2012 - 1530 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, edilizia, sicurezza, umbria, incidenti sul lavoro, regione umbria, bastia umbra, expo emergenze

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/uRg