Maltempo: previsto per domani un nuovo peggioramento

Neve ad Assisi 2' di lettura 09/02/2012 - Sarà un weekend all’insegna di neve e gelo un po’ ovunque nel comprensorio, probabilmente anche in pianura, finora risparmiata dalla coltre bianca che non più di una settimana fa aveva congestionato buona parte del centro storico di Assisi e paralizzato la montagna.

L’emergenza neve è stata gestita con buoni risultati dal Comune di Assisi, che fin da subito ha predisposto e attivato un piano di emergenza con mezzi spazzaneve e spargisale all’opera in tutte le strade principali del territorio, soprattutto nelle zone di montagna maggiormente colpite quali Catecuccio, Porziano, San Presto, Santa Maria di Lignano, Pian della Pieve, Pieve San Nicolò e Armenzano.
Come evidenziato da alcuni lettori sulla pagina facebook di Vivere Assisi, tuttavia, il piano di emergenza avrebbe “dimenticato” i vicoli della città, dove si sono comprensibilmente registrati disagi a causa del ghiaccio che ha reso impossibile il transito dei veicoli e pericoloso quello dei pedoni.

In pianura, a parte alcune zone collinari di Cannara e Bettona, la neve non si è quasi fatta vedere e il gelo non ha causato particolari disagi grazie all’intervento di mezzi spargisale nelle strade più colpite.
Anche le scuole (a differenza di Assisi che ha disposto la sospensione dell’attività didattica nelle giornate di venerdì, sabato e martedì) hanno svolto la propria attività regolarmente, eccezion fatta per quelle di Bettona che hanno chiuso i battenti il 3 e 4 febbraio.


Altra neve in arrivo

Dopo la tregua degli ultimi due giorni, caratterizzati da qualche tiepido raggio di sole e da un lieve rialzo delle temperature (che non hanno quasi mai superato, comunque, i 3°-4°, con minime che hanno raggiunto anche i -7°), già da venerdì 10 febbraio è previsto un nuovo e violento peggioramento che probabilmente porterà neve fino a bassa quota causando nuovi (e probabilmente peggiori) disagi.
A confermare la previsione è il bollettino meteo della protezione civile, che prevede “nevicate a tutte le quote su Piemonte occidentale e meridionale, Lombardia meridionale, Emilia, Toscana, Umbria, Lazio, Molise e Puglia settentrionale, salvo momentanei innalzamenti al di sopra dei 100-300 m nel corso della giornata sul Lazio centro-meridionale, con apporti al suolo generalmente moderati o puntualmente elevati sui settori appenninici e sulle zone interne, da deboli a moderati altrove”. Le temperature subiranno un nuovo calo, attestandosi quasi ovunque sottozero e causando diffuse gelate.

Alla luce dell’allerta diramata dalla protezione civile, non si esclude una nuova sospensione dell’attività didattica. Il provvedimento di sospensione stavolta potrebbe interessare, oltre le scuole dell’assisano, anche le scuole dei comuni di Bastia, Bettona e Cannara, in caso di nevicate diffuse anche a bassa quota.


Foto di testata:
Assisi innevata






Questo è un articolo pubblicato il 09-02-2012 alle 01:21 sul giornale del 09 febbraio 2012 - 1680 letture

In questo articolo si parla di cronaca, maltempo, neve, assisi, sara caponi, bettona, cannara, bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/uZw