Cannara: è guerra aperta sul bilancio. Petrini e Ortolani: ''Conti a posto''

Giovanna Petrini 3' di lettura 21/02/2012 - «Il consigliere Gareggia se ne faccia una ragione: i suoi desideri non necessariamente corrispondono alla realtà. Si prepari, se vuole, alle prossime elezioni amministrative e si presenti con i suoi programmi e progetti per Cannara, qualora ne avesse, e chieda su questo il consenso ai cittadini.

Ancora una volta prendiamo atto di una tecnica di attacco che lascia comunque il tempo che trova: per l'ennesima volta si afferma che i conti del Comune non tornano: ebbene siccome repetita iuvant, o almeno dovrebbero, il bilancio 2010 si è chiuso a consuntivo con un avanzo di amministrazione di circa € 53.000; il saldo di cassa, ad oggi, del Comune è pari ad + € 694.589,00 e non si vedono situazioni per le quali debba verificarsi un risultato finanziario negativo.

Per quanto attiene i debiti fuori bilancio abbiamo provveduto immediatamente, e quindi da oltre un anno e mezzo, a inviare le delibere di riconoscimento alla procura, così come previsto dalla normativa.
Riguardo al mancato rinnovo dell’incarico al responsabile del settore finanziario, non corrispondono al vero le motivazioni addotte in ordine alla presunta irregolarità del provvedimento del Sindaco n. 10 del 14/07/2010 con il quale è stata conferita l’ulteriore responsabilità del Settore Economico - Finanziario al soggetto al quale era già stata conferita quella dell’Ufficio Cultura, riassumibili, a parere della sezione di controllo, nella presenza di professionalità analoghe all’interno dell’ente.
Infatti nella dotazione organica di questo Ente non è presente alcun posto ascritto alla cat. D, posizione di accesso D3; nello specifico il posto di cat. D attribuito al Settore Economico - Finanziario ha la sua posizione di accesso in D1, diversamente il soggetto al quale in precedenza ne era stata attribuita la responsabilità non avrebbe avuto titolo a ricoprirlo. Il Sindaco, condivisa la scelta con la Giunta, nell’ottica di dotare l’Ente della migliori categorie professionali possibili, ha ritenuto che la gestione del Settore di cui trattasi potesse essere svolta con maggiore efficienza e professionalità da un soggetto laureato e professionalmente qualificato da inquadrare, appunto, in cat. D, posizione di accesso D3, professionalità non riscontrabile all’interno dell’Ente.

La verifica sulla sana gestione finanziaria e sul funzionamento dei controlli interni viene trasmessa d’ufficio alla procura regionale della Corte e inoltre si ribadisce il concetto, visto che il consigliere avrà sicuramente letto la relazione, che la verifica riguarda ogni anno due comuni e che la relazione viene inviata affinché il Comune entro sei mesi dalla ricezione adotti ove ritenute necessarie le misure correttive in modo da consentire la valutazione da parte della sezione.

Il Sindaco e l’Assessore al Bilancio invitano il Consigliere Gareggia a partecipare più assiduamente ai Consigli Comunali e a farsi latore di proposte concrete (ad oggi mai pervenute) e lo informano che ogni osservazione da parte della Corte dei Conti viene seriamente presa in considerazione da parte dell'amministrazione comunale. Ribadiscono inoltre al Consigliere che ben altre sono le aspettative dei cittadini cannaresi, più attenti alla realizzazione del programma elettorale che, malgrado tutti i tentativi di boicottaggio, stiamo portando avanti con buoni risultati: può dispiacere ma è cosi. Ci riserviamo inoltre la tutela della nostra onorabilità in ogni opportuna sede.»


da Giovanna Petrini e Roberto Ortolani
Giunta comunale di Cannara





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-02-2012 alle 00:10 sul giornale del 21 febbraio 2012 - 711 letture

In questo articolo si parla di economia, bilancio, corte dei conti, cannara, comune di cannara, giovanna petrini, fabrizio gareggia, roberto ortolani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vuo