Un euro per un litro di gasolio rubato. Arresti e denunce a Bastia

Carburanti 1' di lettura 23/02/2012 - Sono oltre tre i quintali di gasolio rubati all’interno di un cantiere edile in zona Giontella, a Bastia Umbra. Un megafurto scoperto da polizia municipale e carabinieri, che hanno arrestato e denunciato cinque persone protagoniste della compravendita di quello che è stato definito come “un bene quasi di lusso”.

I militari sono intervenuti dopo aver notato movimenti sospetti all’interno del cantiere, dove alcuni individui stavano armeggiando vicino a un grande Caterpillar muniti di taniche e tubi per sottrarre il carburante.
I carabinieri e gli agenti della municipale hanno così colto sul fatto un 28enne di origine rumena residente a Giano dell’Umbria e un assisano di 32 anni, che sono stati subito bloccati. Un terzo complice è stato individuato poco lontano, mentre tentava la fuga a bordo di un’auto.
Parte del gasolio era già stato venduto a un operaio 40enne di Assisi e a un rumeno 42enne residente a Bastia Umbra. In casa di quest’ultimo i carabinieri hanno rinvenuto e posto sotto sequestro una cisterna di carburante con oltre 200 litri di gasolio.
I tre ladri, tutti disoccupati e con precedenti, sono stati arrestati e chiusi nelle camere di sicurezza dell’Arma, mentre i due acquirenti sono stati denunciati per ricettazione.






Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2012 alle 03:31 sul giornale del 23 febbraio 2012 - 941 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia municipale, arresti, carabinieri, furto, carburante, gasolio, denunce, Raffaele Aristei, bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vBc