Bastia: possibile stop all'impianto a biogas. Attese ulteriori verifiche

questione biogas 1' di lettura 25/02/2012 - L’istruttoria tecnica e amministrativa sul progetto di realizzazione dell’impianto a biogas nel territorio della frazione di Costano è ancora aperta per l’accertamento di tutti i profili previsti dalle normative di legge e regolamentari.

La Conferenza dei Servizi, costituta per l’esame del progetto, nell’ultima riunione ha inoltrato richiesta di chiarimenti alla Regione Umbra di cui si attende l’esito; inoltre si è in attesa del parere definitivo della Soprintendenza Umbra – Ministero dei Beni culturali.

Alla luce delle recenti modifiche al regolamento regionale relativo agli impianti per le energie rinnovabili deliberate dalla Giunta regionale, il Sindaco Stefano Ansideri ha incaricato l’assessore all’Ambiente Francesco Fratellini di ulteriori verifiche sulla fattibilità del progetto di impianto a Costano, con quanto previsto dal DGR 40/2012 “Modifiche e integrazioni agli allegati. Ulteriori aree non idonee – Art. 12 R.R. 7/2011”. La verifica a cura dell’Ufficio tecnico comunale riguarderà la compatibilità dell’impianto progettato con gli edifici esistenti nell’area indicata, in particolare quelli sparsi nel territorio, di interesse storico - architettonico – culturale, identificati e censiti con la deliberazione del Consiglio comunale di Bastia Umbra, n. 29 del 17 aprile 2008.
I risultati della verifica saranno portati all’esame della Conferenza dei Servizi che dovrà decidere in merito al progetto di impianto a biogas.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-02-2012 alle 03:41 sul giornale del 25 febbraio 2012 - 657 letture

In questo articolo si parla di attualità, biogas, bastia umbra, comune di bastia umbra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vH1