Ospedale, Freddii: ''Il Pd abbia il coraggio di difendere gli assisani''

Rino Freddii 1' di lettura 09/06/2012 - Credo che il Consiglio Comunale del 7 giugno sia stato più che esplicativo per capire finalmente la posizione di ogni gruppo in merito all’ipotesi di chiusura del punto nascita di Assisi. La mozione presentata da un esponente di centrosinistra a sostegno dell’ormai famoso documento/progetto di valorizzazione dell’ospedale, approvato all’unanimità, non ha ottenuto il voto favorevole del PD (il capogruppo di Buongiorno Assisi era assente).

È la riprova di quanto stiamo affermando da tempo, e cioè che Pettirossi e compagni non solo non aderiscono e non partecipano alle iniziative del centrodestra, ma la loro subalternità alla presidente Marini è tale che respingono a priori ogni proposta da qualsiasi parte provenga.

Addirittura nemmeno la notizia data dal sindaco Ricci durante la seduta consiliare che i nati in Assisi negli ultimi due anni sono stati oltre 500 (come certificato da un documento dell’anagrafe assisana), e non 400 come finora erroneamente (volutamente?) sostenuto, ha spinto il capogruppo del PD, non dico a convincersi, ma almeno a dubitare che non tutto è come si vuol far credere e che forse da qualche parte c’è superficialità, se non addirittura malafede.

Ribadisco quanto affermato nel mio intervento in Consiglio, e cioè che per noi della maggioranza ogni consigliere comunale ed ogni assessore con in testa il sindaco “deve” tutelare, e difendere se necessario, Assisi ed i suoi abitanti nei confronti di tutto e di tutti, senza se e senza ma, sebbene questo voglia dire talvolta mettersi contro i referenti politici provinciali, regionali e nazionali.


da Rino Freddii
Gruppo consiliare Popolo della Libertà





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-06-2012 alle 02:42 sul giornale del 09 giugno 2012 - 995 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, ospedale, partito democratico, assisi, rino freddii, pd assisi, punto nascita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Aa0