Assisi, marcia dell'Anmil contro gli infortuni sul lavoro

sicurezza sul lavoro 2' di lettura 15/06/2012 - ''Le leggi ci sono ma non bastano se non cambia la mentalita' di lavoratori e imprenditori, se non si capisce, ognuno dalla sua parte, che la sicurezza e' un vantaggio tanto per gli uni quanto per gli altri''. E' quanto afferma il presidente dell'Anmil, l'associazione nazionale mutilati e invalidi del lavoro, Franco Bettoni, che nel corso di una conferenza stampa al Senato annuncia la prima Marcia nazionale per la sicurezza sul lavoro, che si svolgera' ad Assisi il prossimo 30 giugno.

''Occorre promuovere, come rileva anche la Commissione d'inchiesta sugli infortuni sul lavoro del Senato, una cultura nel profondo nella societa'. E' per questo che, accanto all'operativita' sul campo, deve restare capillare e quotidiana l'opera di promozione, vorrei dire di 'pubblicita'' per far sapere, far conoscere, far partecipare'' sottolinea Bettoni.

''L'Anmil vuole lanciare un appello a tutta la societa' civile per far sentire la propria voce e mostrare che non ci deve essere ne' disinteresse ne' accettazione verso eventi troppo spesso ritenuti, a torto, frutto di tragiche fatalita' e il sistema di tutela delle condizioni di lavoro e l'assicurazione pubblica contro gli infortuni devono essere difesi ad ogni costo''.

La Marcia diventera' un appuntamento annuale che l'Anmil vuole condividere anche con le istituzioni, i sindacati e cittadini.

''Ringraziamo il Presidente della Repubblica perche' non ha mai smesso di far sentire la sua vicinanza e non ci ha mai fatto sentire soli in questa lotta di civilta' - aggiunge Bettoni - e, insieme a lui, il il presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno degli infortuni sul lavoro e delle morti bianche, Oreste Tofani, che nello svolgimento del suo ruolo riversa una passione ed un impegno encomiabili''.

''Siamo onorati di essere stati invitati alla importante Giornata di studio voluta dal Presidente Tofani, per il 25 giugno - continua - dove daremo un contributo critico ma sempre costruttivo e partecipato''. (Asca)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-06-2012 alle 02:45 sul giornale del 15 giugno 2012 - 783 letture

In questo articolo si parla di attualità, sicurezza, morti bianche, sicurezza sul lavoro, Raffaele Aristei, infortuni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Aqd