Pd Assisi abbraccia i terremotati dell'Emilia: in più di 150 alla cena di solidarietà

Partito Democratico 4' di lettura 15/06/2012 - Il Pd di Assisi all’insegna della solidarietà. Mercoledì sera oltre centocinquanta persone hanno partecipato alla cena di solidarietà organizzata dal partito assisano presso il centro Biagetti “Non solo sport” di Palazzo per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni terremotate dell’Emilia Romagna.

Ospiti dell’iniziativa Daniele Monari, Vice Sindaco di Finale Emilia, una delle Città maggiormente colpite dal terremoto, e Davide Baruffi, Segretario provinciale del Pd Modena, che hanno raccontato la gravità dell’emergenza che sta vivendo l’Emilia. Hanno raccontato la paura e la distruzione che il terremoto porta con sé, la fierezza del popolo emiliano, capace di rialzare la testa nonostante le difficoltà, la voglia di voltare pagina, la speranza di poterlo fare al più presto. Ma soprattutto hanno testimoniato il valore della solidarietà, che “non ci lascia soli”.

“L’Umbria ha vissuto il terremoto con tutta la sua forza distruttiva ed è anche grazie alla solidarietà che ha trovato la forza di reagire e di ricostruire”. E negli anni “è diventata – ha sottolineato il segretario assisano Federico Masciolini – un modello di ricostruzione oltre che di gestione dell’emergenza, come testimoniano la presenza del Ministro Barca in Umbria qualche giorno fa e della Presidente Marini a Finale Emilia insieme alla Protezione Civile della nostra regione”.
E’ anche questo, inoltre, il senso della visita che gli ospiti emiliani hanno fatto, nel pomeriggio, al Sacro Convento di Assisi, luogo simbolo del terremoto del ’97, in occasione della quale Monari e Baruffi hanno chiesto ai frati di Assisi di aiutare l’Emilia a tenere alta l’attenzione.
“E’ questo – ancora Masciolini - il momento della solidarietà e dell’impegno di tutti” per andare oltre e cancellare le ferite con la “forza e la determinazione proprie del popolo emiliano insieme a impegno, passione, amore per la propria terra e le proprie comunità, idee chiare per la ricostruzione”.

“L'Emilia ce la farà” secondo Masciolini, che ha sottolineato come “da Assisi il Partito Democratico abbia provato a dare un contributo e un messaggio di speranza con l’auspicio di poter allargare la rete della solidarietà e tenere alta l'attenzione”.
C’è, infatti, il timore, come ha spiegato Baruffi, che “si spengano i riflettori come è successo a L’Aquila”. “Questa sera – ancora Baruffi - abbiamo ricevuto un grande abbraccio dai democratici di Assisi e dell'Umbria, che hanno raccolto soldi per la nostra ricostruzione; dal sacro convento dei francescani, che con orgoglio ci hanno fatto vedere la Basilica ristrutturata dopo il sisma di 15 anni fa e ci hanno dato coraggio; da alcuni famigliari delle vittime che ci hanno spiegato che se ne esce solo con la solidarietà. Non dimenticheremo chi non si è dimenticato di noi”.

Ma c’è un altro aspetto della vicenda su cui ieri sera si è voluto porre l’accento. “Questa vicenda – ha aggiunto Masciolini – chiama, inoltre, la politica a tutti i livelli a riflettere su come sia potuto accadere che lavoratori nel pieno svolgimento del proprio dovere possano aver trovato la morte sotto le macerie di edifici non ancora adeguati a fronteggiare questo tremendo pericolo a cui il nostro territorio è sottoposto”. “Il terremoto – per Baruffi - ha colpito i lavoratori, il lavoro. E proprio il lavoro è la priorità della ricostruzione. Prima di tutto il lavoro – ha spiegato – poi le case e solo dopo il patrimonio artistico”. E non potrebbe essere altrimenti per una terra operosa come l’Emilia Romagna. A Monari e Baruffi il Pd di Assisi ha voluto offrire in dono una pubblicazione della Regione Umbria sulla ricostruzione post sisma stampata in occasione del decennale del terremoto del ’97. Perché la ricostruzione dell’Umbria rappresenta un modello e una speranza per l’Emilia, che pure teme che.

Alla cena erano presenti il Segretario regionale del Pd Umbria Lamberto Bottini, il Segretario provinciale del Pd di Perugia Dante Andrea Rossi, dirigenti regionali e provinciali del Pd, Sindaci di altri comuni tra cui Alfio Todini, Sindaco di Marsciano, recentemente colpita da un violento terremoto.
L’incasso della serata sarà completamente versato sul conto corrente del Partito Democratico IT02 N031 2702 4100 0000 000 1 494, presso UNIPOL BANCA intestato “EMERGENZA TERREMOTO EMILIA-ROMAGNA - Partito Democratico Emilia-Romagna”.
Altre iniziative di solidarietà saranno organizzate in Umbria dal Partito Democratico nelle prossime settimane.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-06-2012 alle 03:05 sul giornale del 15 giugno 2012 - 568 letture

In questo articolo si parla di attualità, solidarietà, partito democratico, assisi, pd assisi, pd umbria, terremoto emilia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Aqf