Bastia: 600mila euro di beni confiscati a due imprenditori edili albanesi

tribunale 1' di lettura 25/06/2012 - Sei appartamenti, due garage, un’Audi e un Suv per un valore di 600mila euro sono stati confiscati a due imprenditori edili di origine albanese, indagati per droga dalla polizia di Perugia, che operavano tra Assisi e Bastia Umbra.

Gli immobili, le auto e i conti correnti bancari, per un valore complessivo intorno ai 600mila euro, erano stati sequestrati dalla sezione anticrimine della questura di Perugia in seguito all’indagine “Little Orange” grazie alla quale, nel dicembre 2008, la polizia aveva smantellato una banda di spacciatori arrestando quindici persone.

I beni confiscati potrebbero finire all’asta giudiziaria oppure essere destinati ad enti benefici.






Questo è un articolo pubblicato il 25-06-2012 alle 02:17 sul giornale del 25 giugno 2012 - 981 letture

In questo articolo si parla di cronaca, droga, tribunale, Raffaele Aristei, bastia umbra, confisca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ANm