Quote rosa, Parente: ''Giunta rispecchi il consenso elettorale''

Marco Parente 1' di lettura 25/06/2012 - Preso atto della sentenza del Tar relativa alle questione delle quote rosa, mi ritengo sincero sostenitore della partecipazione femminile alla politica così come ad ogni altro settore del mondo del lavoro, nonché della necessità di favorire tutte le condizioni che consentano alle donne di concorrere su un piano paritario e di procedere secondo opportuni parametri meritocratici.

Premessa questa valutazione di ordine generale che dovrebbe rappresentare un elemento acquisito e non ulteriormente discutibile, in riferimento al caso specifico personalmente non credo che l’attribuzione di un incarico assessorile ad un soggetto possa essere motivato dal solo elemento dell’appartenenza di genere; piuttosto è mio convincimento che l’elemento della rappresentatività e del consenso democraticamente ottenuto costituisca incondizionatamente criterio opportuno e corretto sulla cui base procedere alla formazione dell’organo esecutivo.


da Marco Parente
Segretario Udc Assisi




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2012 alle 22:55 sul giornale del 26 giugno 2012 - 973 letture

In questo articolo si parla di attualità, giunta comunale, quote rosa, unione di centro, assisi, marco parente, udc assisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/AP6